Politica

Manca il numero legale, salta il Consiglio. Opposizioni all'attacco: "Democrazia negata"

Sfuma la seduta dedicata al question time, i consiglieri di opposizione insorgono e chiedono una modifica del regolamento comunale. Melini: "Opposizioni private dello strumento dell'interrogazione". Picaro: "Inaccettabile indifferenza della maggioranza ai problemi della città"

In aula manca il numero legale, e la seduta del Consiglio comunale dedicata al 'question time' salta. E' lo 'spettacolo' andato in scena ieri, ancora una volta. Infuriati i consiglieri di opposizione, che in una nota congiunta hanno stigmatizzato l'atteggiamento della maggioranza, accusata di boicottare volutamente tali sedute.

"Chiediamo a gran voce una modifica urgente del regolamento comunale che permetta di ritornare alle "comunicazioni" in apertura di seduta ordinaria, invece che questo ammutinamento della democrazia attraverso la voluta mancanza del numero legale ai question time", dicono i consiglieri Di Paola, Finocchio e Melini. 

"Schiacciata ancora una volta la democrazia: nell'Aula Dalfino le Opposizioni sono private dello strumento democratico dell'interrogazione a risposta diretta o scritta. Senza considerare che la Giunta Decaro solitamente non risponde neanche per iscritto nei 30 giorni successivi", aggiunge Melini, che si dichiara indipendente, dopo l'addio a Forza Italia e l'approdo nel gruppo misto. 

"Decaro e la sua maggioranza dovrebbero restituire ai baresi i soldi spesi per questi consigli comunali deserti, e dovrebbero vergognarsi. Alcuni consiglieri di maggioranza presenti al primo appello non si sono presentati al secondo, evidentemente richiamati all'ordine da Decaro per evitare un confronto di cui a evidentemente aveva timore", sottolinea il consigliere Romito, di COR. 

"Volevamo parlare di scarsa sicurezza, di tasse esose, ma il Sindaco ancora una volta neppure si presenta: è una vergogna", stigmatizza Carrieri di Impegno Civile. "Per la terza volta consecutiva - rimarca il capogruppo Picaro - manca il numero legale. Tutto il Gruppo di Area popolare contesta l'indifferenza della Maggioranza ai problemi della città".  "L'Opposizione c'è mentre la Maggioranza e la sua Giunta latitano, come sempre", conclude Melchiorre di Fd'I - An.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Manca il numero legale, salta il Consiglio. Opposizioni all'attacco: "Democrazia negata"

BariToday è in caricamento