Politica

Consiglio regionale: Loizzo alla presidenza, Longo e Gatta vicepresidenti

Chi sono i tre consiglieri eletti alla guida dell'assemblea di via Capruzzi per la decima legislatura

Sono stati eletti questa mattina, nel corso della seduta di insediamento del nuovo Consiglio regionale, il presidente e i due vicepresidenti dell'Assemblea di via Capruzzi.

Di seguito i curriculum degli eletti:

MARIO LOIZZO

Mario Cosimo Loizzo è nato a Sannicandro di Bari, dove risiede, il 1 gennaio 1951.
È sposato con Rosaria Carone e ha due figli: Dario e Davide.
Il padre, Filippo, era un dipendente della Provincia e un amante della campagna.
Ha conseguito il diploma di scuola media superiore, presso l’Istituto Bianchi-Dottula di Bari.
Negli anni in cui la politica era passione, sacrificio e militanza totalizzante, in tanti, rinunciando a incarichi e attività di lavoro remunerative, sceglievano di fare quello che allora veniva chiamato “il rivoluzionario di professione”, poi attenuato col termine più neutro di funzionario di partito o di sindacato.
Loizzo scelse questa seconda strada, per affinità con le origini contadine della sua città e della sua famiglia, entrando giovanissimo nella Federbraccianti Cgil di Bari, una delle più forti e organizzate d’Italia.  
Nella grande organizzazione, la tutela dei braccianti era particolarmente intensa nella Conca barese, in cui l’agricoltura negli anni ’70 cominciava a conoscere i primi elementi di innovazione e nello stesso tempo vedeva l’ampliamento dei diritti della categoria rispetto al passato, quando, per conquistare un contratto, occorreva mettere le città sotto assedio, quasi sempre a metà luglio.
Per il suo impegno, Loizzo venne chiamato a Roma, dove lavorò per alcuni mesi sempre nella Federbraccianti Nazionale, allora guidata da Donatella Turtura, sindacalista tenace e raffinata intellettuale.
Ma le radici pugliesi erano molto profonde e Loizzo rientrò in Puglia, diventando prima segretario della Camera del Lavoro di Bari, poi segretario regionale aggiunto e infine segretario generale della Cgil Puglia.
Erano gli anni in cui la Puglia, oscillava tra immobilismo e dinamismo: in quel contesto, la funzione del Sindacato è stata estremamente utile per agevolare i processi di crescita della società pugliese insieme alla tutela dei diritti del mondo del lavoro.
Nel 2000, Loizzo si candida alla Regione nelle liste del Pds e viene eletto consigliere regionale, assumendo la carica di vicepresidente del gruppo e della I commissione consiliare permanente (bilancio e programmazione).
Viene rieletto nel 2005 e designato assessore ai trasporti e alle vie di comunicazione, nella prima Giunta Vendola. La legislatura segnò una profonda rivoluzione nel settore dei trasporti, che vide la Puglia recuperare nuovo slancio nel completamento e programmazione delle infastrutture, nei comparti della portualità e aeroportualità e nel settore ferroviario e del trasporto locale.  
Rieletto ancora nel 2010, svolge il suo lavoro nella I commissione, in qualità di vice presidente e nella VII Commissione.
Alle regionali del 31 maggio 2015, il Pd regionale gli concede all’unanimità la deroga per il quarto mandato e Loizzo, rieletto con 12.273 voti viene eletto presidente del Consiglio regionale della Puglia nella seduta del 22 luglio 2015.   
 
 
GIUSEPPE LONGO

Nato a Bari il 17 marzo 1952 ed è residente a Modugno. Imprenditore nel settore dell’edilizia. È stato rieletto consigliere regionale nella circoscrizione di Bari per la lista I Popolari.
Nel 2010 è stato eletto per la prima volta in Consiglio regionale nella lista Unione di Centro ed ha ricoperto la carica di consigliere Segretario e componente della quinta Commissione consiliare all’ambiente, assetto ed utilizzazione del territorio.
Nel 2005 si è candidato nelle liste della Margherita risultando il primo dei non eletti. Nel triennio 1999/2001 ha ricoperto la carica di consigliere di amministrazione del Consorzio Asi di Bari. Nel luglio del 2006 è stato nominato commissario cittadino della Margherita, incarico che ha ricoperto fino al febbraio 2007. È stato segretario della Margherita fino ad ottobre dello stesso anno quando, dopo la fusione con i Ds, nasce il Partito Democratico. Nei primi mesi del 2008, in coerenza con la sua estrazione cattolico-cristiana, decide l’ingresso nell’Udc ed è nominato responsabile provinciale degli enti locali.
 
GIANDIEGO GATTA
 
 Nato il 10 aprile 1964 a Manfredonia (FG) dove risiede, è laureato in giurisprudenza. Rieletto consigliere regionale nella circoscrizione di Foggia per la lista di Forza Italia. Nel 2010 è stato eletto per la prima volta in Consiglio regionale e ha ricoperto la carica di vicepresidente della quarta Commissione consiliare allo sviluppo economico.
Da giovane è stato segretario provinciale del Fronte della Gioventù della provincia dauna.
Nel 2004 viene nominato dal Ministero dell’Ambiente e della tutela del territorio e del mare, presidente del Parco Nazionale del Gargano, incarico che ricopre anche come commissario straordinario fino all’aprile del 2010.
Avvocato patrocinante in Cassazione e presso le Magistrature Superiori. Dal 2006 al 2009 docente di corsi integrativi in materia ambientale presso la Facoltà di economia dell’ambiente e del territorio dell’Università degli Studi di Foggia. Nel 2009  viene nominato componente del Consiglio direttivo nazionale di Federparchi.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Consiglio regionale: Loizzo alla presidenza, Longo e Gatta vicepresidenti

BariToday è in caricamento