Martedì, 19 Ottobre 2021
Politica

Regione, si insedia il nuovo Consiglio: prende il via la decima legislatura

Prima seduta nell'aula di via Capruzzi: Mario Loizzo eletto presidente dell'assemblea. Il governatore Emiliano: "Siamo in rodaggio, c'è ancora tanto da imparare". Tra i punti all'ordine del giorno, la convalida degli eletti e l'elezione dei componenti dell'ufficio di presidenza

Ha preso ufficialmente il via questa mattina la decima legislatura del Consiglio regionale della Puglia. In un'aula consiliare gremita, la seduta di insediamento si è aperta intorno alle 11, e proseguirà fino alle 14.

IL NUOVO CONSIGLIO - Cinquanta i consiglieri sugli scranni di via Capruzzi (dopo il 'taglio' alle poltrone, che nelle due precedenti legislature erano 70), di cui 31 al debutto. 29 i seggi per la maggioranza. Tra le novità la presenza del Movimento 5 Stelle, che potrà contare su 8 consiglieri (secondo gruppo più numeroso dopo il Pd che ne ha 13). Nuovo 'scenario' anche per il centrodestra, che si presenta diviso in tre gruppi consiliari: Forza Italia, Oltre con Fitto e Area popolare (che unisce Ncd e movimento Schittulli).  

L'AVVIO DEI LAVORI - In apertura della seduta è stato stato costituito l’Ufficio di presidenza provvisorio, composto dal presidente provvisorio, il consigliere più anziano d’età, Paolo Pellegrino (La Puglia per Emiliano) e dai due più giovani, Antonella Laricchia e Viviana Guarini (M5S), in funzione di segretari. Saranno loro a guidare i lavori che prevedono la convalida dei consiglieri regionali eletti e l’elezione del Presidente del Consiglio, dei due vicepresidenti e dei due consiglieri segretari dell’Ufficio di presidenza che governerà il Consiglio nel quinquennio 2015-2020. All'inizio dei lavori l'aula ha anche osservato un minuto di silenzio per la commemorazione dell'ex consigliere regionale Pasquale Ciuffreda, scomparso di recente.  Tra gli altri punti ordine del giorno, il giuramento del Presidente della Giunta regionale, Michele Emiliano, e la comunicazione della composizione della squadra di governo.

MARIO LOIZZO PRESIDENTE  DEL CONSIGLIO REGIONALE - Come già previsto nei giorni scorsi, la presidenza dell'assemblea di via Capruzzi è stata affidata a Mario Loizzo del Partito democratico. Già segretario generale pugliese della Cgil e assessore ai Trasporti nel primo governo Vendola, Loizzo ha totalizzato 31 voti, sostenuto da tutti i gruppi del centrosinistra (Pd, Noi a sinistra, Popolari e  le due civiche di Emiliano). Dieci preferenze sono andate alla consigliera del M5S Antonella Laricchia (gli otto voti del suo gruppo, più altri due 'a sorpresa'), mentre i consiglieri dell'opposizione hanno votato scheda bianca.

L'IRA DEL M5S: SCONTRO LARICCHIA-EMILIANO

LONGO E GATTA VICEPRESIDENTI - Il consiglio regionale ha eletto anche i due vicepresidenti dell’Ufficio di presidenza: si tratta di Giuseppe Longo (I popolari) con 24 voti e Giandiego Gatta (Forza Italia) con 17 voti.

I SEGRETARI - Eletti anche i due consiglieri Segretari dell’Ufficio di Presidenza. Per la maggioranza, con 25 voti a favore, è stato eletto Giuseppe Turco, alla sua prima esperienza in Consiglio regionale, eletto per la lista La Puglia con Emiliano nella circoscrizione di Taranto. Il consigliere Segretario della minoranza, eletto con 14 voti, è Luigi Morgante. Eletto consigliere regionale nella circoscrizione di Taranto per la lista Movimento politico Schittulli- Area popolare.

I CURRICULUM DEGLI ELETTI NELL'UFFICIO DI PRESIDENZA

LE PAROLE DI EMILIANO - "Siamo in rodaggio, siamo in apprendimento - ha commentato il governatore Emiliano, parlando con i cronisti prima della seduta - Io sono arrivato qui, credo ben preparato, sono un magistrato esperto, anziano ormai, dieci anni sindaco ho una esperienza istituzionale importante ma ho tantissime cose da imparare". "Sono il presidente - ha aggiunto Emiliano - ma l'organo della sovranità popolare  il Consiglio regionale e io qui posso solo fare il consigliere, nulla di più".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Regione, si insedia il nuovo Consiglio: prende il via la decima legislatura

BariToday è in caricamento