Politica

Nuova decisione del Tar sui seggi in Consiglio regionale pugliese: "Calcoli da rifare", la maggioranza da 29 a 27 componenti

Il Tar regionale ha infatti stabilito che la Prefettura di Bari entro 20 giorni dovrà provvedere ancora una volta alla "rideterminazione della ripartizione dei seggi" per la "corretta composizione del Consiglio regionale pugliese"

Nuova puntata della vicenda riguardante la composizione del Consiglio pugliese. Il Tar regionale ha infatti stabilito che la Prefettura di Bari entro 20 giorni dovrà provvedere ancora una volta alla "rideterminazione della ripartizione dei seggi" per la "corretta composizione del Consiglio regionale pugliese".

Il tribunale amministrativo si è pronunciato sui ricorsi presentati dai candidati consiglieri non eletti Vito De Palma (Forza Italia), Antonio Paolo Scalera (La Puglia Domani) e Sergio Blasi (Pd), ha affidato l’incarico alla Prefettura, che già due volte nei mesi scorsi è stata chiamata a rifare i conteggi sull’esito del voto del settembre 2020, rinviando la decisione al 30 novembre. Il Tar specifica che la maggioranza sarà coposta da 27 seggi anzichè gli attuali 29 e che "la percentuale di voti validi raggiunta dal gruppo o dalla coalizione di gruppi collegati al presidente proclamato eletto va calcolata al netto dei voti conseguiti dalle liste che non hanno superato le soglie di sbarramento del 4%".
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nuova decisione del Tar sui seggi in Consiglio regionale pugliese: "Calcoli da rifare", la maggioranza da 29 a 27 componenti

BariToday è in caricamento