Politica

Tremila richieste per il contributo alloggiativo: ipotesi unico bando per le annualità 2017 e 2018

Si attende che la Regioni Puglia approvi la delibera sull'attribuzione dei fondi: se ne è parlato oggi in Commissione Trasparenza al Comune di Bari

Tremila domande previste per il bando del contributo alloggiativo, in attesa che la Regione Puglia approvi la delibera per l'erogazione dei fondi e le modalità d'attribuzione per le annualità 2017 e 2018: è uno degli elementi emersa questa mattina nel corso dell'audizione dell'assessore cittadino al Patrimonio, Vito Lacoppola, in Commissione Trasparenza del Comune. Nel corso della riunione, è stato chiesto di sollecitare gli Uffici regionali per approvare le delibere e sbloccare i fondi.

La Commissione ha chiesto alla Ripartizione Erp di prevedere tutorial e incontri pubblici, con l'ausilio di Caf e Patronati, per illustrare le modalità di presentazione della domanda. Si prevede, infatti, un 10% di ricorsi per esclusione dal bando, spesso per esclusione dovuta ad esclusioni formali o fiscalità nella compilazione. L'ipotesi sul campo è quella di accorpare le due annualità in un univo bando

Nel corso della riunione, presieduta dal consigliere Michele Picaro (Lega), inoltre, si è parlato dei beni confiscati alla Mafia: "La commissione - spiega Picaro - approfondirà il tema con la ripartizione per prevedere delle forme di concessione ad associazioni, enti e/o cooperative che abbiano finalità etiche e morali che si prefiggono di debellare il fenomeno della criminalità presente nella nostra Città. Siamo soddisfatti dell‘incontro pur manifestando disappunto sugli ingiustificati ritardi della Regione per l’attribuzione dei fondi, a discapito delle numerose famiglie che versano in stato di disagio economico".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tremila richieste per il contributo alloggiativo: ipotesi unico bando per le annualità 2017 e 2018

BariToday è in caricamento