Giovedì, 17 Giugno 2021
Politica

Criminalità, Emiliano: "Preoccupati per i conflitti tra clan rivali"

Al termine della riunione del Comitato provinciale per l'Ordine e la Sicurezza, il sindaco mette a fuoco le principali situazioni di rischio per la sicurezza in città: prima fra tutte la ripresa delle attività di spaccio, che rischia di provocare conflitti tra clan rivali per il controllo dei territori

I conflitti tra clan rivali per il controllo delle piazze di spaccio della cocaina in quartieri periferici come Carbonara e Japigia, ma anche il fenomeno della gestione abusiva degli alloggi popolari a San Pio, e il rischio che il racket delle estorsioni possa infiltrarsi nel nuovo mercato dell'area ex Palmiotto, dove tra poche settimane saranno trasferiti i commercianti di via Montegrappa.

Sono queste, secondo il sindaco Michele Emiliano, le principali situazioni di rischio relative alla "situazione criminalità" nella città di Bari. Argomenti di cui si è discusso oggi durante la riunione provinciale del Comitato per l'Ordine e la Sicurezza, alla quale ha partecipato anche il sottosegretario all'Interno Alfredo Mantovano.

Abbiamo tutti condiviso - ha dichiarato il sindaco al termine dell'incontro - la necessità di promuovere una vasta e profonda azione sociale, da un lato per convincere i consumatori di cocaina a cessare da tale pratica (per motivi di salute e per evitare che i clan possano arricchirsi), dall’altro per promuovere con le associazioni d’impresa una più forte e determinata mentalità antiracket al fine di perseguire i fenomeni estorsivi attraverso i quali vengono accumulati capitali essenziali al grande traffico di droga. Praticamente ogni cantiere della città è sottoposto a forme più meno dirette di estorsione ed è intollerabile che ciò avvenga come si trattasse di un fatto naturale. Occorre che questa mentalità cambi rapidamente, se necessario dando vita ad un’autentica e attiva associazione antiracket che si preoccupi di seguire sul serio gli imprenditori che intendono ribellarsi a questo pericoloso sistema che alimenta la criminalità cittadina”.

Tra i progetti del Comune, anche una campagna di sensibilizzazione sui rischi connessi all'uso delle droghe:  “È intenzione dell’amministrazione comunale - ha annunciato Emiliano - indire un concorso creativo cittadino per la costruzione di messaggi web, tv, radio e stampa da diffondere gratuitamente su tutti i media, dei quali si chiede la preziosa collaborazione non solo attraverso l’attività di denuncia, ma anche ospitando dibattiti, studi e approfondimenti informativi che possano consentire anche a coloro che ancora non se ne rendono conto, di comprendere la pericolosità sociale della cocaina. Per questa ragione chiederemo all’Ufficio scolastico regionale per la Puglia di partecipare, attraverso l’Agenzia per la lotta non repressiva alla criminalità organizzata, al rafforzamento dell’organizzazione di eventi e progetti nelle scuole aventi lo stesso scopo".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Criminalità, Emiliano: "Preoccupati per i conflitti tra clan rivali"

BariToday è in caricamento