Giovedì, 5 Agosto 2021
Politica

Commercio in crisi, D'Ambrosio Lettieri: "La politica locale è stata assente"

Oggi la protesta degli esercenti. Il coordinatore cittadino del Pdl attacca l'amministrazione Emiliano: "Otto anni di politiche fallimentari, i commercianti sono stati lasciati soli"

La profonda crisi che il commercio barese sta attraversando non è soltanto il frutto di politiche nazionali recessive, ma è anche la conseguenza di politiche locali sbagliate, che poco si sono preoccupate di venire incontro alle reali esigenze dei commercianti. A pensarla così è il coordinatore cittadino del Pdl, Luigi D'Ambrosio Lettieri, per il quale "sul banco degli imputati vanno messe anche le politiche locali, sbagliate, quando esistenti, se non addirittura assenti".

Oggi gli esercenti scenderanno in piazza a Bari come nel resto delle città italiane per aderire alla mobilitazione nazionale di protesta contro la crisi del commercio. Ma per il Pdl cittadino, se la crisi è un dato incontrovertibile a livello nazionale, a livello locale è invece imputabile anche al disinteresse dell'amministrazione comunale. "Bari - rincara la dose D'Ambrosio Lettieri - conosce ormai da tempo la vergogna e il peso di una narrazione politico-amministrativa totalmente al di fuori della realtà, laddove la vocazione commerciale del capoluogo non solo è stata trascurata ed ignorata, ma addirittura spesso vissuta come un fastidio". "Basta vedere, su tutto, ma non è certo l’unico esempio, continua il coordinatore cittadino del Pdl - la tristissima e disperante parabola discendente del centro murattiano e, in particolare, di Bari Vecchia, diventata l’emblema di otto anni di politiche fallimentari e clientelari".

"In questo contesto, non solo condivido la protesta dei commercianti e delle imprese artigiane che chiedono giustamente alla politica un impegno concreto, ma sono convinto da una parte che sgravi fiscali, diminuzione del costo del lavoro, accesso più agevole al credito e snellimento reale degli adempimenti burocratici debbano essere azioni preminenti del prossimo Governo nazionale. Dall’altra, ritengo che occorra incalzare sulle proprie responsabilità chi amministra la città. Trovo, quindi, paradossale la passerella del sindaco Emiliano che dovrebbe avere maggiore rispetto per i cittadini e per la verità, a partire da quella che riguarda i commercianti di questa città, abbandonati a sé stessi e lasciati nella più profonda solitudine".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Commercio in crisi, D'Ambrosio Lettieri: "La politica locale è stata assente"

BariToday è in caricamento