rotate-mobile
Politica

Dalla Provincia alla Città metropolitana, passaggio di consegne Schittulli-Decaro

Il primo cittadino: "Nuovo percorso del nostro territorio, faremo in modo che il passaggio burocratico non danneggi i servizi ai cittadini". Nel pomeriggio a Roma l'incontro con i sindaci metropolitani: "Chiederemo lumi al governo su Legge di stabilità e Milleproroghe e sul problema dei tagli"

Il passaggio dalla Provincia alla Città metropolitana di Bari rappresentato dal gesto simbolico della 'consegna delle chiavi' da parte di Schittulli ad Antonio Decaro. Questa mattina nel palazzo della Provincia in via Spalato si è tenuta la cerimonia ufficiale per suggellare la nascita del nuovo ente, operativo dal 1° gennaio.

"È l'inizio di un nuovo percorso del nostro territorio, per cui dobbiamo camminare molto velocemente. Per questo voglio assicurare una cosa: in questi mesi non mi occuperó di deleghe e nomine per gli enti partecipati, ora è tempo di concentrarsi solo sul funzionamento della nuova macchina amministrativa, perché il passaggio burocratico non danneggi in nessun modo i cittadini a partire dai servizi nei comuni su scuole e strade, le deleghe fondamentali in capo alla città metropolitana", ha commentato Decaro.

Nonostante la 'nascita' ufficiale, infatti, tanti sono ancora i dubbi e i problemi irrisolti legati al funzionamento delle Città metropolitane. Per questa ragione, nel pomeriggio Decaro sarà a Roma per partecipare all'incontro tra sindaci metropolitani e rappresentanti del governo. "Chiederemo al governo lumi sulla Legge di stabilità e sul Milleproroghe", ha spiegato il primo cittadino, che ha ricordato innanzitutto il problema dei tagli e il blocco delle assunzioni legato alla necessità di ridurre le spese per il personale.

"Il governo non può da un lato chiedere alla città metropolitana di avere più funzioni e dall'altro lato ridurre il personale e continuare a fare tagli", ha commentato Decaro. "Se dobbiamo anche fare dei tagli - ha aggiunto il sindaco - è inutile trasferire competenze".

DECARO A ROMA: "RIPRENDERE CONFRONTO CON IL GOVERNO SU TAGLI E FUNZIONI"

L'ex presidente della Provincia, Francesco Schittulli, ha poi espresso la sua soddisfazione per aver lasciato in eredità alla Città metropolitana 'conti in ordine' e risorse: "Ci sono oltre 210 milioni legati al Patto di stabilità - ha ricordato Schittulli - E abbiamo anche 141 milioni di debiti ministeriali nei confronti della Provincia, a cui si aggiungono i 4,6 milioni di debito che la Regione aveva nei nostri confronti e che ha onorato".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dalla Provincia alla Città metropolitana, passaggio di consegne Schittulli-Decaro

BariToday è in caricamento