menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Nomine Amgas, Decaro: "Come promesso, nessun trombato"

Su 14 componenti, nove sono donne. L'amministratrice unica di Amgas srl sarà Rosalba Cirllo. All'Amgas spa confermato Ugo Patroni Griffi

La promessa di una vasta rappresentanza di genere femminile nelle municipalizzate è stata rispettata. Sono state decise ieri, poco prima di una seduta consiliare assai agitata dove la maggioranza non è riuscita ad approvare il regolamento per l’acquisizione in economia di lavori, beni e servizi, le nomine di Amgas srl e Amgas spa. Per il primo ramo è stata indicata Rosalba Cirillo in qualità di amministratrice unica. Annalucia Muserra guiderà il collegio sindacale insieme a Nicola Lopez, Alessia Piscazzi, Vincenzo Mecca e Filomena Fontanarosa. Per Amgas Spa, invece, è stato confermato Ugo Patroni Griffi. Nel consiglio di amministrazione indicati Giovanna Iacovone e Daniela Caterino, mentre nel collegio sindacale spazio a Dora Savino in qualità di presidente insieme a Francesco Grimaldi, Giuseppe Ruta, Fiorella Buonamico e Aurora Defalco.

“Ho rispettato gli impegni assunti in campagna elettorale e in consiglio comunale – ha dichiarato il sindaco Antonio Decaro -. Abbiamo risparmiato in quanto abbiamo ridotto i componenti, i quali non hanno rapporti di parentela con gli  eletti; non c’è  nessun trombato, ma solo persone con un profilo accademico e professionale di assoluta qualità”.

Probabilmente saranno state le nomine a rendere nervosa la maggioranza, che ieri in Consiglio ha messo in difficoltà il governo cittadino tanto da rendersi necessaria un'interruzione tecnica dove il sindaco ha convocato tutti nella sua stanza per una riunione dai toni accessi. Qui ha richiamato i consiglieri ad assumersi le proprie responsabilità e a non ostacolare il buon andamento della seduta. I lavori poi sono ripresi, ma è chiaro che le nomine qualche malumore dovessero sollevarlo, soprattutto in quanti attendevano una sorta di risarcimento per la mancata indicazione nella squadra di governo. Il primo cittadino è andato dritto e ha rispettato la promessa di non voler utilizzare il manuale Cencelli nell’indicazione di figure che, invece, ha voluto incardinare sul piano dell’esperienza professionale e della capacità manageriale. Vediamo se riuscirà mantenere la barra anche in vista delle prossime scelte.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento