menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Rifiuti, opere incompiute e atti vandalici: "I cimiteri di Palese e Loseto nel degrado"

La denuncia del consigliere Melchiorre (Fratelli d'Italia), che ha tenuto un sopralluogo nelle necropoli di periferia alla vigilia della Commemorazione dei defunti: "Uno scenario desolante"

Rifiuti ed erbacce, opere incompiute e loculi vandalizzati. Uno "scenario desolante" quello descritto dal consigliere Filippo Melchiorre, capogruppo al Comune di Bari di Fratelli d’Italia – An, in seguito al sopralluogo effettuato questa mattina nei cimiteri di Loseto e Palese.

"I cittadini baresi - afferma Melchiorre in una nota - si apprestano a celebrare il due novembre, giorno della commemorazione dei defunti, a far visita ai propri cari, in uno scenario desolante di cimiteri lasciati al degrado e all’incuria".

"I casi più eclatanti sono i cimiteri delle ex frazioni di Palese e Loseto – continua Melchiorre -  Nel primo caso, in particolare, desta scandalo lanuova struttura destinata originariamente a ospitare un obitorio costato alle tasche di contribuenti milioni di euro, ma mai entrata in funzione e tuttora in stato di abbandonato. Nel desolante tour fra gli interni dell’edificio, una decina di ambienti che avrebbero dovuto ospitare celle frigorifere, sale d'attesa, archivi e sala medici, ci sono evidenti segni di atti vandalici, muri e intonato crollati, fili elettrici scoperti, infissi divelti, per non parlare degli esterni tappezzati da erba incolta e rifiuti. Così come il cosiddetto nuovo cimitero di Loseto, che di nuovo non ha più nulla, visto che non è mai entrato in funzione e negli anni è diventato terra di nessuno".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento