Politica

Di Rella chiama a raccolta la minoranza: "Sette firme per ottenere la convocazione di un Consiglio"

L'ex presidente dell'assise cittadina scrive ai colleghi di opposizione e del gruppo misto, invitandoli a formulare una richiesta per 'costringere' la maggioranza a fissare una seduta "per trattare questioni di particolare rilevanza"

Una richiesta firmata da sette consiglieri - di minoranza o del gruppo misto - per 'costringere' la maggioranza a fissare una seduta del Consiglio comunale in cui "trattare finalmente questioni di particolare rilevanza per la città".

Dopo le dimissioni dalla presidenza dell'Assise cittadina, Di Rella riprende la sua 'battaglia' contro la maggioranza in aula Dalfino. E lo fa chiedendo ai colleghi di minoranza e del gruppo misto di "avvalersi delle disposizioni di cui all'art. 30/commi 3 e 7 del regolamento del Consiglio Comunale", secondo cui, appunto, per ottenere la convocazione obbligatoria di un Consiglio, è sufficiente una richiesta sottoscritta da sette consiglieri.  

"Fortunatamente - scrive Di Rella in una nota - il legislatore ha previsto casi di prove 'muscolari' da parte di maggioranze consiliari poco disponibili alla mediazione e ha fornito alle minoranze il rimedio giuridico. Si può -se davvero si vuole- discutere di ordini del giorno e mozioni nell'Aula 'Dalfino' per affrontare i problemi reali delle baresi e dei baresi". 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Di Rella chiama a raccolta la minoranza: "Sette firme per ottenere la convocazione di un Consiglio"

BariToday è in caricamento