Giovedì, 29 Luglio 2021
Politica

Digeronimo esclusa dal Consiglio comunale: "Proporremo appello alla decisione del Tar"

L'ex candidata sindaco commenta così la decisione del Tribunale amministrativo regionale di riassegnare il seggio in Consiglio a Smaldone, primo dei non eletti della lista Schittulli

Annuncia ricorso al Consiglio di Stato, e assicura: "Continueremo a difendere gli interessi dei cittadini in sede comunale e regionale". Desirèe Digeronimo commenta così la sentenza del Tar, che ha accolto il ricorso presentato da Gianlucio Smaldone, primo dei non eletti della lista Schittulli in Consiglio comunale. I giudici del tribunale amministrativo regionale hanno stabilito l'assegnazione a Smaldone del seggio inizialmente attribuito all'ex candidata sindaco.

Ma l'ex consigliera non si dà per vinta. "Sono stata in Consiglio comunale al servizio e nell'interesse dei cittadini baresi - scrive sul suo profilo Fb commentando la notizia - non sono una professionista della politica ma una custode della legge e dei diritti. Proporremo appello alla decisione del Tar ma continueremo a difendere gli interessi dei cittadini". "Non appoggeremo mai - concluede Digeronimo - la vecchia politica che oggi si candida a governare questa regione, meno che mai quella travestita da società civile incarnando esclusivamente interessi personali e clientelari. Noi ci siamo e continueremo ad esserci".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Digeronimo esclusa dal Consiglio comunale: "Proporremo appello alla decisione del Tar"

BariToday è in caricamento