Domenica, 1 Agosto 2021
Politica

Digeronimo sulla delibera della giunta comunale per il riutilizzo della ex caserma Rossani

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di BariToday

Il 7 aprile, durante il confronto tra i candidati sindaco organizzato dall'Ande, la candidata Desirèe Digeronimo scrisse e fece firmare ad Antonio Decaro, Eugenio Lombardi e Marco Cornaro un documento con il quale si impegnavano a garantire la totale inedificabilità della ex caserma Rossani.

"Oggi sulla stampa ho letto del percorso partecipativo intrapreso dalla giunta comunale per il riuso pubblico della caserma. Questa è stata una nostra battaglia e questo atto segue il documento che io personalmente ho fatto firmare agli altri candidati" commenta Desirèe Digeronimo.

Il percorso partecipato di cui si parla nella delibera della giunta è lo stesso da tempo invocato dalla Digeronimo, così come la decisione di mantenere l'area a verde urbano. "Nel nostro programma e nel documento fatto firmare il 7 aprile si parla esplicitamente di questo. Di non aumentare le cubature, di non ricorrere a grandi e costose progettazioni e di destinare gli otto ettari ad uso pubblico, un giardino, un asilo, un centro anziani, spazi per le associazioni, per la cultura" continua la Digeronimo, contenta della decisione dell'amministrazione di archiviare il progetto Fucksas.

Nel documento firmato il 7 aprile si fa inoltre esplicito riferimento all'impiego in funzione di garante del comitato Rossani che da anni si batte per quell'area.

"La delibera della giunta richiama quindi in toto quel documento, e non posso che esserne felice, perché è un primo risultato concreto che abbiamo raggiunto in questa campagna elettorale a favore dei cittadini".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Digeronimo sulla delibera della giunta comunale per il riutilizzo della ex caserma Rossani

BariToday è in caricamento