Venerdì, 14 Maggio 2021
Politica

Duecento firme in un giorno contro l'elettrosmog, Romito: "Affrontare il problema"

Gazebo nei giardini antistanti la chiesa Russa. Il consigliere comunale di opposizione: "Lunga campagna di strada finalizzata a raccogliere segnalazioni, idee e firme da parte dei cittadini baresi"

Oltre duecento firme sono state raccolte nel primo giorno di 'gazebo' della campagna lanciata dal consigliere comunale barese Fabio Romito (DI-Misto), contro l'elettrosmog in città. L'iniziativa era stata annunciata all'indomani del flop del Consiglio comunale monotematico, andato deserto il 19 ottobre scorso per mancanza del numero legale. Diversi cittadini hanno chiesto informazioni nel gazebo allestito nei giardini antistanti la chiesa Russa, al rione Carrassi: "Iniziamo una lunga campagna di strada finalizzata a raccogliere segnalazioni, idee e firme da parte dei cittadini baresi che vogliono tutelare la propria salute contro i rischi connessi all'elettrosmog" ha affermato Romito. 

"Difendiamoci dall'inquinamento"

"Saremo in tutti i quartieri di Bari - aggiunge - per rivendicare il nostro diritto a difenderci dai rischi connessi all'inquinamento elettromagnetico, all'inquinamento generato dai roghi tossici che intossicano intere porzioni di città, all'indifferenza della politica rispetto al tema della salute e dell'ambiente. Dobbiamo affrontare il problema degli elettrodotti, spesso posti in prossimità dei centri abitati. In una giornata abbiamo raccolto più di 200 firme, e non ci fermeremo - conclude - finché il Sindaco non si assumerà il formale impegno di risolvere o almeno provare ad arginare tale piaga".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Duecento firme in un giorno contro l'elettrosmog, Romito: "Affrontare il problema"

BariToday è in caricamento