menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Elezioni Politiche 2018, al Senato per Bari il centrosinistra punta su Campanelli: "Sociale e rilancio delle imprese"

Il consigliere comunale bares edel Pd è candidato nel collegio uninominale Puglia 1, che comprende il capoluogo e numerosi centri dell'immediato hinterland

Nella corsa (ormai quasi giunta al traguardo) verso le Elezioni Politiche del 4 marzo, il centrosinistra schiera Salvatore Campanelli, consigliere comunale barese del Pd e candidato nell'uninominale per il Senato Puglia 1 che comprende Bari città, Bitonto e diversi centri dell'hinterland. L'esponente democratico se la vedrà un un collegio importante che racchiude le istanze del capoluogo e della provincia.

"Sociale e Giustizia più equa"

Tra i punti principali del programma di Campanelli, c'è un'attenzione particolare al sociale e alla Giustizia: "Ho fatto parte - spiega - della Commissione del Ministero per redigere il nuovo ordinamento penitenziale minorile dove vi sono novità per il recupero dei ragazzi che hanno avuto problemi con la giustizia. Per i minorenni il carcere deve essere un'extrema ratio. Con la nuova legge (al momento non ancora recepita dal Consiglio dei Ministri, ndr) si lavorerà di può sul recupero nelle proprie abitazioni, tagliando i tempi per ottenere i benefici, per i quali, in precedenza, ci volevano 3-4 anni. Con queste norme se un ragazzo ha davvero intenzione di rientrare nella società, puà farlo, con l'aiuto anche di assistenti sociali e l'utilizzo delle case famiglia".

"Rilancio agricoltura e Zona Asi"

Un altro tema legato all'hinterland barese è l'agricoltura: "In città come Bitonto e Noicattaro - afferma il candidato Pd - due terzi delle economie sono basate sulla terra. La legge sul Caporalato, attualmente in vigore, tutela bene la massa dei lavoratori ma blocca le piccole e medie imprese locali, poiché devono adeguarsi a diverse prescrizioni. Un conto è applicarla al nord, dove si è più avvantaggiati, un conto da noi, dove servirà pià tempo per adeguarsi". Campanelli, sempre sul fronte economico e occupazionale, punta a un rilancio della Zona Asi di Bari: "E' tra le più importanti e grandi d'Italia - dice - ma è spesso abbandonata. Per quanto riguarda l'azione in Comune, con il sindaco Antonio Decaro e l'assessore comunale al Bilancio, stiamo cercando di far abbassare le tasse. L'obiettivo deve essere quello di far tornare le imprese, e per questo servirà anche un impegno in Parlamento". 

"Importante la continuità di governo con il Pd"

A pochi giorni dal fatidico 4 marzo, le distanze tra gli avversari sono da una parte cristallizzate, dall'altra, per certi versi, ancora indecifrabili: "Per i collegi baresi - sostiene Campanelli - sembra che si sia recuperato moltissimo. Ai cittadini chiedo di votare il Pd per dare una continuità con il governo precedente che è riuscito ad approvare numerose leggi. Chi comanda può anche sbagliare ma svolge il lavoro. Le leggi, si scrivono nelle stanze e non soltanto girando nel territorio. Per questa ragione è importante dare fiducia a chi ha già un'esperienza, come dimostrato in questi anni. Gli avversari? Da una parte rispetto molto Filippo Melchiorre (candidato con il centrodestra, ndr), con il quale da 9 anni 'viviamo' nell'aula del Consiglio comunale barese. Per quanto riguarda il M5S, abbiamo chiesto un confronto diretto ma non hanno mai dato una risposta. La gente li vota solo perché é arrabbiata e sceglie il simbolo. Bisognerebbe, invece, essere presenti sempre sul territorio e metterci la faccia. Mi auguro che sia ridata fiducia al Pd. E' importante non interrompere il percorso già fatto, poiché significherebbe bloccare l'Italia".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento