Politica Libertà / Piazza Enrico de Nicola

Emiliano proclamato governatore: "Grande responsabilità verso i pugliesi"

Ufficializzato, nell'Aula Magna del Tribunale di Bari, il risultato delle elezioni dello scorso 31 maggio. Il neo-presidente della Regione visibilmente commosso "dedico questa giornata alle persone che mi sono state vicine e che non ci sono ora"

"Non riesco a trattenere l'emozione di questo momento e dedico questa giornata alle persone che mi sono state vicine e che non ci sono ora". Visibilmente commosso, Michele Emiliano è stato ufficialmente proclamato presidente della Giunta regionale pugliese. La cerimonia, svoltasi a quasi un mese dalle elezioni del 31 maggio scorso, è stata celebrata nell'Aula Magna del Tribunale cittadino, in piazza De Nicola.

A sancire, con la lettura del verbale, l'elezione del candidato del centrosinistra, il presidente dell'ufficio elettorale centrale, Marcello De Cillis. Il risultato è stato accolto con un forte applauso da parte dei presenti, tra cui anche il sindaco di Bari, Antonio Decaro, che ha donato a Emiliano una bottiglia di manna decorata: "Voglio ringraziare tutti coloro che hanno fatto funzionare questa complicatissima macchina elettorale - ha detto Emiliano - e che mi hanno dato fiducia. Nessuno di noi è mai totalmente arbitro della nostra vita. In ciascuno dei volti qui presenti ci sono tutti i pezzi della mia. Mi auguro, affidando il mio mandato al Signore, di poterlo svolgere con onore, lealtà e produttività. E' la responsabilità più grande della mia vita, simile a quella che ho verso i miei figli.  E' una giornata di festa ma anche di grande preoccupazione. C'è gioia per un risultato importante, ma anche il timore perché non sarà facile essere all'altezza. La politica non è una scienza esatta" .

Emiliano, prima di recarsi sul Lungomare, nella sede della Giunta, per ricevere dal presidente uscente Vendola la 'consistenza di cassa' della Regione, atto formale che sancisce ufficialmente il passaggio concreto di consegne del bilancio pugliese, ha risposto a due attiviste brindisine anti-eradicazione ulivi, arrivate appositamente da Oria: "Sulla Xylella ci metterò la faccia, decideremo insieme. Non c'è prova che l'eradicazione sia una misura indispensabile. Cercherò di essere sicuro di quello che si sta facendo e di comunicarlo ai miei concittadini".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Emiliano proclamato governatore: "Grande responsabilità verso i pugliesi"

BariToday è in caricamento