Elezioni Santeramo 2012

25 aprile, vernice bianca sulle svastiche. Ma a Santeramo è polemica

Studenti in giro per la città hanno ricoperto di verniche bianca i simboli nazisti e fascisti sui muri. A Santeramo annullato il comizio della lista "Fascismo e Libertà", ma resta la nota del movimento: "Ci discostiamo dalle celebrazioni"

Vernice bianca sulle scritte fasciste (foto dalla pagina Facebook Zona Franka)

25 aprile di celebrazioni e di polemiche a Bari. Al tradizionale appuntamento organizzato dall'Anpi presso il sacrario Caduti D'oltremare di Japigia per ricordare l'anniversario della Liberazione, si sono aggiunte le iniziative organizzate dagli studenti di Link, Uds e Zona Franka. Ma non sono mancate neppure le polemiche per il comizio programmato a Santeramo - e poi annullato per intervento del commissario prefettizio - dal movimento "Fascismo e Libertà"  in corsa per le prossime elezioni comunali.

VERNICE BIANCA SULLE SCRITTE FASCISTE - Armati di pennelli e di vernice bianca, i ragazzi di Link, Uds e Zona Franka si sono riversati nelle strade di alcuni quartieri della città con l'intento di coprire "tutti i simboli fascisti, nazisti, di odio e di violenza presenti sui muri". A questa azione dimostrativa, hanno spiegato i ragazzi, seguirà una lettera al Comune di Bari per chiedere che tutta la città venga ripulita da questi simboli.

LA POLEMICA A SANTERAMO - E' stato invece un 25 aprile segnato dalle polemiche a Santeramo, dove la decisione del movimento "Fascismo e Libertà" di tenere un comizio proprio nel giorno dell'anniversario della Liberazione ha provocato lo sdegno e la protesta delle altre forze politiche. Alla fine il comizio è stato annullato grazie all'intervento del commissario prefettizio, che ha revocato i permessi, ma le polemiche non sembrano finite. L'annullamento del comizio, ha commentato il deputato Pd Ginefra, "costituisce una buona notizia, ma non rimuove il problema principale: l'ammissione alle prossime elezioni amministrative del movimento Fascismo e Libertà". Già qualche giorno fa, infatti, Ginefra aveva presentato un'interrogazione al ministro del'Interno per chiedere la cancellazione della lista elettorale. Intanto, sul sito di Mfl, resta il comunicato in cui il movimento prende le distanze dalle celebrazioni, definendo il 25 aprile "un giorno disonorevole, ipocrita e fazioso".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

25 aprile, vernice bianca sulle svastiche. Ma a Santeramo è polemica

BariToday è in caricamento