Elezioni Santeramo 2012

Digregorio per Santeramo: "Persona, economia, territorio e ambiente"

Il candidato della lista indipendente "Tutela e Rinascita Cittadina" ha illustrato a Baritoday, durante un'intervista, i principali punti del suo programma elettorale

Mario Vito Digregorio, candidato sindaco per le amministrative del 6-7 Maggio al Comune di Santeramo ci ha esposto i punti fondamentali del suo programma. Riportiamo quindi, qui sotto i temi sui quali verte l'intera campagna elettorale.

SERVIZI ALLA PERSONA:  "Scoprire le reali povertà basate su criteri concreti ed oggettivi; ridisegnare la situazione delle povertà partendo da elementi concreti di valutazione e giungendo ad una graduatoria redatta da professionisti capaci di valutazioni prive di qualsiasi iniquità. Dopo aver approntato lo strumento di valutazione, ma questo avverrà nel giro di poche settimane, si potrà procedere agli aiuti".

SERVIZI PER LA COLLETTIVITA’ E IL TERRITORIO: "recupero dell’ex Enal rendendolo il fulcro delle attività culturali del nostro paese; recupero del PalaCooper ed inserimento della struttura nella disponibilità delle varie associazioni sportive; rivalutazione e destinazione d’uso del palazzo Marchesale e di altri contenitori attualmente vuoti e in disuso; copertura wi-fi gratuita nelle principali aree pubbliche di  Santeramo;   promozione e valorizzazione del territorio attraverso l’organizzazione di sagre ed appuntamenti periodici a tema, facendo leva sui punti di forza della nostra generosa tradizione enogastronomica;  riorganizzazione e valorizzazione dell’estate Santermana. Non più un mero inutile e dispendioso elenco di appuntamenti ma pochi eventi in grado di calamitare il pubblico locale e forestiero; concerti e manifestazioni di spessore scelti con maestria per il più ampio coinvolgimento di pubblico.

TRIBUTI : ci impegniamo a correggere a monte la gestione economica dell’ente, soprattutto per quanto riguarda i costi per incarichi e consulenze, ma anche per l’affidamento di servizi e appalti. Ne deriva la conseguente possibilità di riduzione della tasse per il cittadino: in particolare la riduzione della nuova Imposta Municipale Unica (IMU), che ci impegniamo a variare dallo 0.4% (aliquota base) allo 0.3% per la prima casa; alleggerimento della pressione fiscale alle aziende con la riduzione delle tasse comunali tra cui anche l’imposta sulla pubblicità; abolizione dei parcheggi a pagamento. Non riteniamo utile l’idea dei parcheggi a pagamento, essi complicano la vivibilità ai cittadini e la vita ai commercianti. Parcheggi liberi quindi, con l’accortezza che nelle zone con presenza di attività commerciali sarà possibile parcheggiare per il tempo necessario agli acquisti “30 minuti”  con disco orario in modo da agevolare la sosta a chi intende fare acquisti.

AMBIENTE: "riesame completo di tutte le procedure che hanno portato all’approvazione del progetto “Centrale a Biomasse”. Attraverso l’utilizzo di tutti gli strumenti e i rimedi che il nostro sistema mette a disposizione e di cui si terrà costantemente informata la popolazione, ci impegniamo a bloccare la costruzione della centrale".

VIABILITA’: "riorganizzazione della viabilità urbana ed extraurbana: rivisitazione aree di parcheggio, sensi unici, segnaletica, rimozione dei dossi fuori norma e di alcuni inspiegabili attraversamenti; promuovere l’utilizzo delle biciclette, anche con pedalata assistita; realizzazione di un monitoraggio del centro urbano 24/24 attraverso l’installazione di un sistema di videosorveglianza wi fi; realizzazione di una pista ciclabile protetta e di un percorso podistico. Nella zona artigianale ci sono strade progettate per una metropoli diversa dal nostro comune. Intendiamo razionalizzare sia gli spazi sprecati che il loro utilizzo.

 

 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Digregorio per Santeramo: "Persona, economia, territorio e ambiente"

BariToday è in caricamento