Lunedì, 2 Agosto 2021
Comunali Bari 2014

Municipi, ancora tensione tra Ncd e Forza Italia. Rinviato ad oggi l’incontro chiarificatore

Cassano sigla l'intesa con l'Udc, ma Lettieri avverte: "Ad Ostuni stanno con il Pd". Intanto Lino Pasculli si accorda con #convochiamociperBari per una lista unica a cui potrebbe prender parte anche Eugenio Lombardi

Ennesimo rinvio. L’incontro chiarificatore tra Nuovo centrodestra, Forza Italia, Mimmo Di Paola e la coalizione è stato rinviato a stamattina. Fonti vicine al candidato sindaco parlano di rinvio tecnico a causa dell’assenza di due formazioni civiche che non potevano prender parte all’incontro convocato ieri pomeriggio.

Ma non è bastata questa giustificazione ad allentare le tensioni tra il leader  barese degli alfaniani, Massimo Cassano, e il segretario cittadino di Forza Italia, Luigi D’Ambrosio Lettieri: segno inequivocabile di come la tenuta di questo accordo sia costellata da diverse insidie, presenti e future. Massimo Cassano ieri ha ufficializzato l’intesa con l’Udc pugliese, in linea con l’indicazione nazionale di costruire un cartello dalla chiara impronta moderata e vetero-democristiana. Lettieri ha ribattuto che Cassano, nel frattempo, ha siglato patti elettorali con il “Pd a Ostuni e Francavilla”, quasi a sottolineare una volubilità in seno alla formazione facente capo ad Angelino Alfano.

In realtà, sembra che i berlusconiani stiano stringendo d’assedio il Ncd  per arrivare al tavolo di stamattina forti di un accordo trasversale. Cassano rivendica due presidenze municipali e la possibilità di concorrere alla poltrona di vicesindaco. Ma su questo c’è il niet di Forza Italia, pronta a lasciare a Filippo Melchiorre (Fratelli d’Italia) il ruolo di vice di Di Paola pur di non darla vinta agli alfaniani. Senza dimenticare che per i berlusconiani sarebbe utile assegnare le presidenze secondo questo schema: due a Forza Italia e una rispettivamente a Ncd, Lista Schittulli e una lista civica. Vedremo che succede stamattina, ma è certo che Di Paola non abbia voglia di tirarla ancora per le lunghe, pena il logoramento completo di una campagna elettorale fin troppo sacrificata all’altare delle diatribe partitiche tra formazioni che ambiscono alla leadership in chiave regionale.

Intanto sembra vicina l’intesa tra lista #convochiamociperbari” e “Impegno Popolare”. La formazione che aggrega diverse anime della sinistra attorno al candidato Luigi Paccione è ad un passo dalla sottoscrizione dell’accordo con il partito di Lino Pasculli, ex assessore dell’Idv. A questo cartello potrebbe prendere parte anche l’architetto Eugenio Lombardi di Laboratorio Urbano. Si tratta di una operazione mirata ad aggregare quante più forze possibili attorno ad un progetto di rinnovamento che parte “dalla ferma critica nei confronti dell’operato di Emiliano in questi anni di governo”. Intanto in settimana, presso il Laboratorio d’arte politica di via De Rossi, quartier generale di #convochiamociperbari, avrà luogo una rassegna cinematografica. Si parte giovedì 10 aprile, alle ore 20, con “Le idi di Marzo” di George Clooney.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Municipi, ancora tensione tra Ncd e Forza Italia. Rinviato ad oggi l’incontro chiarificatore

BariToday è in caricamento