Mercoledì, 16 Giugno 2021
Comunali Bari 2014

Tensioni nel centrodestra, Di Paola abbandona il tavolo. Spaccatura in vista?

Il leader di Impegno Civile lascia la riunione dopo l'irrigidimento dei rapporti tra Ncd e Forza Italia. Rissa sfiorata tra due candidati

Nessun accordo, nessuna conciliazione. Sembrava fatta, tutti pronti alla campagna elettorale. Ma a pochi giorni dalla presentazione delle liste, un incubo sta per disvelarsi sul centrodestra.

Mimmo Di Paola, ieri pomeriggio, ha abbandonato il tavolo dopo aver notato che tra Forza Italia e il Ncd non c'era accordo sul posizionamento degli incarichi governativi. I berlusconiani erano forti di un accordo con Fratelli d'Italia e le liste civiche minori, mentre il leader barese di Ncd, Massimo Cassano, sembrava non intenzionato a cedere sull'accordo imposto da Forza Italia sulle candidature municipali.

Con la presentazione di un documento firmato dalla liste civiche minori che chiedeva la sospensione delle trattativa con Massimo Cassano, Di Paola è scattato. Il candidato di Impegno Civile, stufo di un tira e molla che sta svuotando di parecchio la sua campagna elettorale, ha quindi mandato un messaggio chiaro: o le forze politiche trovano un accordo o ognuno per la propria strada. Una posizione che sancirebbe la sconfitta della coalizione moderata, a tutto vantaggio di Antonio Decaro.

Se così fosse, Di Paola correrebbe con la sua lista, Forza Italia convergerebbe su Filippo Melchiorre di Fratelli d'Italia e Massimo Cassano lancerebbe nella mischia il candidato Costantino Monteleone. Una sorta di notte dei lunghi coltelli che consegnerebbe la vittoria al neodeputato del Pd, quasi certamente al primo turno.

A far da cornice a quanto accaduto ieri, c'è la violenta lite scattata tra un candidato della lista "Lavoro per Bari" e uno di Impegno Civile, quest'ultimo accusato di collaborare strategicamente con Massimo Cassano. I presenti sono intervenuti a dividere i due contendenti generando un parapiglia che per poco non è degenerato in vera e propria rissa.

Per Di Paola il mosaico delle alleanze diventa sempre più difficile. Raffaele Fitto è impegnato con le Europee, Angelino Alfano con le scadenze governative. Difficile che arrivino input romani. Solo un passo indietro da parte di tutte le formazioni partitiche potrà risolvere l'empasse. E la foto della pacificazione non è che un ricordo. Almeno per il momento

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tensioni nel centrodestra, Di Paola abbandona il tavolo. Spaccatura in vista?

BariToday è in caricamento