Lunedì, 21 Giugno 2021
Comunali Bari 2014 Bari Vecchia / Via Vallisa

Comunali, venerdì a Bari Vecchia il confronto tra i candidati

L'appuntamento alle 18.30 presso la sede dell'associazione "Pensare ad alta Voce" in via Vallisa. A moderare l'incontro il giornalista e scrittore Luigi Bramato, autore del libro "Interviste alla città"

“A Bari è necessario costruire un lavoro di rete a tutti i livelli, solo così potremmo davvero inaugurare una nuova stagione di cambiamento”. Ad affermarlo è Luigi Bramato, giornalista, di recente autore del libro “Interviste alla città” (editrice Gelsorosso) dove viene raccolto il contributo di nove personalità che, a vario livello, sono impegnati nella vita sociale e culturale di Bari.  Sarà proprio Bramato, venerdì prossimo, a moderare l’incontro al quale prenderanno parte i cinque candidati sindaco. Un tentativo di far convergere le riflessioni del libro in un quadro di approfondimento diverso. Simbolico il luogo prescelto per la discussione, l’associazione “Pensare ad alta Voce”.  “Si tratta di un luogo significativo, dove tanti ragazzi sotto i 25 anni mettono a disposizione il loro tempo per accompagnare i bimbi del quartiere nei compiti scolastici, una realtà sconosciuta e che verrà presentata ai candidati”, spiega Bramato.

Attorno alla tavola rotonda ci saranno Mimmo Di Paola (che ha da poco ricevuto il consenso di Forza Italia e che in questi giorni vorrebbe raggiungere un accordo anche con il Ncd e Fratelli d’Italia), Pietro Petruzzelli (Pd), Alfonsino Pisicchio (Centro Democratico), Desiree Di Geronimo (Riconosciamo Bari) e Giacomo e Oliveri (Realtà Italia). Non ci sarà Filippo Melchiorre (Fratelli d’Italia). Verranno formulate due domande a testa ed ogni intervento non potrà durare più di 3 minuti. Tra gli argomenti che si toccheranno verrà assegnato uno spazio anche alla riqualificazione del lungomare sud, da sempre annunciata ma mai di fatto avviata. “Sempre ai  candidati  - aggiunge Bramato - chiederemo che impegno possono assumere contro l’usura, la cui lotta per troppi anni è stata sulle spalle del solo don Alberto D’Urso il quale nel libro  chiede di poter passare presto il testimone alla società civile”, continua Bramato.

“Mi auguro che ciascun candidato possa indicare con chiarezza cosa intende fare su questioni concrete che toccano da vicino la vita dei baresi”, continua Bramato, “i temi saranno desunti dal mio libro e credo ne uscirà un bel momento di confronto”.

Al momento i candidati a governare la città sono sei. Ma presto potrebbero esserne formalizzati degli altri. Il Ncd di Alfano è pronto a candidare Costantino Montelone o Mario Ferorelli. Il partito coordinato dall’attuale vicepremier ha chiesto da tempo un incontro con Di Paola per chiarire il percorso elettorale. La conditio sine qua non rimane la possibilità di celebrare le primarie, un passaggio che non convince l’ex amministratore unico di AdP che ha da sempre ha chiarito la sua posizione contraria alle primarie.

Il tavolo di centrosinistra a breve potrebbe indicare un suo candidato. Il nome di Decaro ricorre da tempo, ma sul suo capo pende il processo in cui è coinvolto con l’accusa di abuso d’ufficio. Se dovesse giungere una sentenza favorevole al deputato barese, non è escluso che possa sciogliere le riserve e iniziare la sua campagna elettorale. In alternativa salgono le quotazioni di Michele Laforgia, noto avvocato penalista e figlio del compianto Leonida, indimenticato sindaco di Bari nel 1993.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Comunali, venerdì a Bari Vecchia il confronto tra i candidati

BariToday è in caricamento