Giovedì, 29 Luglio 2021
Comunali Bari 2014

Criminalità, Ferorelli: “L’idea di chiudere il Lungomare è stata un fallimento”

Il presidente della circoscrizione San Nicola-Murat interviene nel dibattito lanciato da Bari Today: "Sul piano della sicurezza il capoluogo sta conoscendo una stagione di vera regressione"

“Per anni il sindaco Emiliano ha voluto far credere che la chiusura del Lungomare rappresentasse una azione di contrasto alla malavita organizzata, ovviamente non cambiò nulla all’epoca e quest’anno, con il lungomare lasciato aperto, le condizioni generali riguardo la sicurezza sono le stesse di sempre”.

Il presidente della circoscrizione San Nicola-Murat, Mario Ferorelli, interviene nel dibattito lanciato da Bari Today in merito agli episodi di criminalità che hanno animato questi ultimi giorni di estate. Da ieri sera è ripresa la guerra di mala con l’uccisione di Felice Campanale, colpito da diversi proiettili mentre stava tornando a casa insieme alla sua famiglia. “Michele Emiliano aveva promesso agli elettori che Bari non avrebbe fatto passi indietro, i fatti stanno dimostrando che sul piano della sicurezza, e non solo, il capoluogo sta conoscendo una stagione di vera regressione”, afferma Ferorelli. Che poi ritorna sulla polemica in merito alla chiusura del Lungomare decisa l’anno scorso dal primo cittadino. “E’ stato un errore politico madornale, per altro giustificato con la storia della lotta alla criminalità che invece continuava a procedere indisturbata – commenta - . Quest’anno è rimasto aperto senza che vi fosse alcun tipo di problema legato alla viabilità o al disordine, ora delle due l’una: o quella misura non serviva a niente o la criminalità è scomparsa, i cittadini sapranno rispondere” .

In merito agli episodi di vandalismo, Ferorelli preferisce non dettare ricette ma fotografare la situazione che il prossimo sindaco di Bari avrà di fronte. “Chiunque governerà deve sapere che rischia di operare senza gambe e braccia a causa della situazione disastrosa delle municipalizzate sempre più vicine al fallimento”, spiega. “Oggi un piano di contrasto alla sicurezza deve passare anche dalla capacità di costruire una squadra di governo che indichi linee strategiche, per esempio sarebbe bello che si conoscesse chi sarà il prossimo comandante dei vigili urbani che ha un ruolo decisivo nella direzione di disegnare una strategia sulla sicurezza e l’ordine”.

Al candidato sindaco Pietro Petruzzelli che si chiede che fine abbia fatto la promessa del ministro Angelino Alfano circa l’arrivo di nuove forze di polizia a disposizione del territorio barese, Ferorelli replica così: “Smentisco Petruzzelli, quelle unità di forza di polizia sono arrivate e subito dopo sono state messe a disposizione del Questore, forse non è ben informato”. “Detto questo – conclude Ferorelli  - oggi  esiste un problema di controllo del territorio che deve essere migliorato. Tutti, compreso il Comune, dobbiamo fare la nostra parte e Bari non più aspettare”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Criminalità, Ferorelli: “L’idea di chiudere il Lungomare è stata un fallimento”

BariToday è in caricamento