Comunali Bari 2014

Decaro: "Domani a Roma per le dimissioni. La nuova giunta? Ci saranno almeno cinque donne"

Il neosindaco in conferenza stampa insieme ai presidenti dei cinque Municipi: "La nuova giunta entro dieci giorni dalla proclamazione. Sarà composta per metà da donne". Domani Decaro sarà a Roma per presentare le dimissioni da deputato

Si presenta in conferenza stampa affiancato, come già era stato subito dopo il primo turno, dai presidenti dei cinque Municipi. Il neosindaco di Bari, Antonio Decaro, è pronto a mettersi al lavoro per la città, insieme a quelli che considera "i suoi vice-sindaci", "perché con me i Municipi avranno poteri veri: decideranno, avranno fondi, gestiranno servizi e territori; per me terrò solo la programmazione".

Dopo la nottata che lo ho visto trionfare al ballottaggio con il 65% dei consensi, la stanchezza si fa sentire, ma a dare la carica al nuovo primo cittadino c'è ancora tutta l'emozione vissuta nelle ultime ore. "Solo questa mattina - dice - ho realizzato che sono diventato il sindaco di Bari".

Decaro è pronto a mettersi al lavoro, e comincerà già domani, andando a Roma. Come primo atto, infatti, il neosindaco, come promesso in campagna elettorale, presenterà le sue dimissioni da parlamentare. Poi riferisce che incontrerà "un sottosegretario e un ministro ai quali chiederò un paio di cose per la nostra città".

Nel suo discorso il primo cittadino si sofferma anche sulle polemiche che hanno accompagnato la sua elezione, con alcuni esponenti di Forza Italia che lo hanno accusato di non rappresentare il sindaco di tutta la città data la bassa affluenza. "Chiedo a tutti gli esponenti di centrodestra, soprattutto ai soloni che in queste ore stanno facendo insensate dichiarazioni sull'esito di voto, di mettersi in discussione e cominciare ad aiutare i più giovani negli impegni di mandato che affronteranno", ha replicato Decaro. Parole di stima invece per il diretto avversario, Mimmo Di Paola: "Voglio ringraziarlo per le parole spese in conferenza stampa questa mattina. Ne attestano la serietà e il senso di responsabilità che mi auguro si traduca in opposizione di governo basata su stimoli e proposte".

Il neosindaco ha parlato poi dei vantaggi legati all'organizzazione del nuovo Consiglio Comunale, spiegando che "il risparmio di un milione e 200mila euro derivante dalla riduzione del numero dei consiglieri e dai tagli ai costi della politica, sarà reinvestito nella riorganizzazione dei municipi".

Nessuna anticipazione invece sulla nuova giunta. Decaro ha ribadito che sarà nominata entro dieci giorni dalla proclamazione (che avverrà a breve) e che sarà composta da dieci assessori, per metà donne, aggiungendo che "ascolterò partiti ed associazioni, ma ho chiesto le mani libere come per i candidati alla presidenza dei Municipi. Li voglio scegliere io. É una squadra che nei prossimi 5 anni devo sentire vicina". Qualche indiscrezione sulle deleghe: "Una la terrò di certo - afferma Decaro - non so se terrò quella al Traffico, che per me rappresenta una sorta di coperta di Linus".

Qualche battuta, rispondendo alle domande dei giornalisti, anche sul possibile scenario in vista delle regionali del 2015. Sull'ipotesi di una candidatura di Emiliano, Decaro ha commentato: "Ne sarei entusiasta, ma nel nostro partito si fanno sempre le primarie".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Decaro: "Domani a Roma per le dimissioni. La nuova giunta? Ci saranno almeno cinque donne"

BariToday è in caricamento