Comunali Bari 2014

Di Paola: "Decaro votato anche dai grillini". Tensione durante l'incontro con la stampa

Il candidato del centrodestra rimprovera ai giornalisti comportamenti "di parte" che lo avrebbero penalizzato. L'analisi sul voto: per l'ex manager di Adp Decaro ha raccolto voti anche da parte dell'elettorato M5S. "Ma vogliono davvero che diventi sindaco?"

Il comitato di Di Paola in via Calefati

Nervosismo nel comitato elettorale di Domenico Di Paola. Il motivo è molto semplice: l’ex amministratore unico di Aeroporti di Puglia, costretto al ballottaggio e a recuperare 25mila voti oltre che un gap di oltre 14 punti percentuali, nell’analisi della sua sconfitta non ha mancato di inserire la comunicazione veicolata dai media.

E’ arrivato in conferenza stampa con in mano un paio di scarpe, ricordando l’episodio pubblicato su un noto giornale locale per il quale Di Paola, anni fa, si trattenne con un gruppo di aristocratici londinesi per lucidare le proprie scarpe con champagne. “Si tratta di  una battuta, di un modo provocatorio con cui ho voluto mettere a conoscenza dei cittadini alcune cose che mi hanno fatto riflettere e che di sicuro meritano di essere analizzate per comprendere anche il clima attorno alla mia discesa in campo”.

Mimmo Di Paola a questo riguardo cita l’orientamento dei giornali, “i moderatori di parte che hanno guidato i confronti”, i direttori che scrivono "editoriali in cui fanno endorsement al sindaco uscente Emiliano proprio il giorno del voto”, per non parlare di chi "ha affidato a Vendola una mezza pagina perché lodi Decaro".

“Mi fa ridere che il mio avversario abbia invitato il Presidente del Consiglio a Bari senza vincolarlo alla stesura di impegni precisi per il futuro della città”, sottolinea l’ex amministratore unico di Adp che poi si è soffermato sul discostamento delle preferenze raccolte dal Movimento 5 Stelle a Bari. La differenza del consenso tra le Europee e le Comunali è di circa 19 punti percentuali, a dimostrazione di come un pezzo importante di elettorato abbia scelto altri lidi una volta che ha cambiato scheda.  Da qui l’interrogativo lanciato da Di Paola al popolo grillino: “Davvero volete Decaro sindaco di Bari?”.

Al termine della conferenza aria di tensione tra  il maestro Paolo Lepore e il giornalista Ninni Perchiazzi, accusato di essere “professionista di quart’ordine”. Da lì ne è nato un parapiglia, subito sedato grazie all’intervento dei presenti. “Non so cosa è successo e mi dissocio se ci sono state intemperanze”, conclude Di Paola. “Non voglio che qualcuno possa strumentalizzare quanto emerso stamattina, non ce l’abbiamo con il mondo dell’informazione ma gradiremmo che ci sia maggiore rispetto e attenzione”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Di Paola: "Decaro votato anche dai grillini". Tensione durante l'incontro con la stampa

BariToday è in caricamento