Comunali Bari 2014

Di Paola querela Emiliano: "Attacchi ingiustificati e lesivi dell'onore"

Il candidato sindaco del centrodestra cita per danni il primo cittadino per la polemica sui presunti compensi "d'oro" percepiti da Di Paola in qualità di manager di Adp: "Affermazioni non vere". La replica del sindaco: "Ci vedremo in tribunale, caro furbacchione"

Mimmo Di Paola cita per danni il sindaco Michele Emiliano. L'ex manager di Adp, candidato sindaco del centrodestra, ha dato seguito all'annuncio fatto già a gennaio, all'indomani delle affermazioni fatte dal sindaco Emiliano sui presunti "compensi d'oro" percepiti da Di Paola all'epoca in cui era alla guida di Aeroporti di Puglia.

"Affermazioni non vere e gravemente lesive dell’onore, della reputazione, della personalità morale e della dignità",  si legge sul sito di Di Paola che dà notizia dell'avvenuta querela, "lanciate dal primo cittadino nei confronti dell’ex Amministratore Unico degli Aeroporti di Puglia, pubblicate su quotidiani e social network nel gennaio scorso. "Attacchi ingiustificati sui compensi percepiti dall’ing. Di Paola anche come “responsabile della sicurezza”, in quanto decisi nelle assemblee di AdP alla presenza dei soci, ivi compresi i delegati dell’Amministrazione Comunale".

"Le accuse rivolte all’ingegner Di Paola, si legge nell’atto di citazione, oltre a lederne la dignità personale e professionale nonché l’integrità morale, hanno, peraltro, ostacolato la campagna elettorale che lo vede impegnato come candidato sindaco per le prossime amministrative".

Il commento di Emiliano arriva su Twitter: "Molto divertente il pesce d'aprile di Mimmo Di Paola che mi cita per lesioni a suo "onore" - twitta il primo cittadino - anche se lui stesso lo ha danneggiato molto più di me". "Ci vedremo in tribunale caro furbacchione, ci vedremo in tribunale, non vedo l'ora. Il Tribunale é il tuo posto, non il Comune".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Di Paola querela Emiliano: "Attacchi ingiustificati e lesivi dell'onore"

BariToday è in caricamento