Giovedì, 29 Luglio 2021
Comunali Bari 2014

Municipio III, la proposta Ferrante: "I quartieri partecipino al Consiglio comunale"

Il candidato del centrodestra alla presidenza di San Paolo-Stanic-San-Girolamo-Fesca-Marconi propone un maggiore coinvolgimento delle istituzioni zonali: "Nel nostro municipio numerose situazioni irrisolte"

Cinquantasei anni, infermiere professionale e già presidente, due legislature fa, della Circoscrizione San Paolo-Stanic. Francesco Ferrante è il candidato del centrodestra alla presidenza del neonato III Municipio che comprende, oltre ai due quartieri, anche San Girolamo, Fesca e Marconi.

Lei è da anni attivo nella politica e nella vita del suo quartiere, il San Paolo:

"Ho fatto tanto in veste di presidente, dal trasferimento del mercato di via Marche, alle celebrazioni per la Festa della Repubblica, oltre alle numerose fiaccolate per la sicurezza, contro la malavita. Abbiamo anche recuperato molte aree disagiate trasformandole in giardini, in cui non si verificano atti vandalici".

Il Municipio III è ricco di situazioni complesse. Come intendete operare per un suo rilancio?

"Guardando la geografia dei municipi, il III è decisamente pieno di problematiche. Non vi sono centri di aggregazione pe la gente. Sarà mia intenzione portare le tematiche verso di loco con Consigli di municipio per strada, in cui i cittadini che parteciperanno in maniera attiva. Non voglio governare il territorio solo con le mie idee, ma anche con le loro dirette richieste. La sede del Municipio sarà in un certo senso itinerante, a seconda delle tematiche specifiche. Dobbiamo trovare una soluzione ai numerosi problemi dei nostri territori, dove dilagano la disoccupazione e la povertà e molti ragazzi che evadono gli obblighi scolastici sono alla mercé della criminalità. Si devono creare progetti e corsi di formazione per alleviare il problema, aiutando l'imprenditoria giovanile, facendo diventare attivi territori al momento 'dormienti' ".

Qualche argomento specifico e rilevante per quartiere? Cominciamo dal San Paolo. 

"Piazza Europa ad esempio: un fiore all'occhiello che si è svuotato della sua stessa funzione. Doveva essere il volàno del territorio, ma è una cattedrale nel deserto. Molti commercianti hanno chiuso poco dopo l'apertura. E' stato solo grazie al mio impegno che abbiamo mantenuto i servizi essenziali nell'area, come la Asl e una farmacia

San Girolamo, Fesca e Marconi?  

"Questi quartieri soffrono di assenza di centri di aggregazione, al contrario di quanto decantato da Emiliano e Decaro. Non vi sono scuole ad esempio. Dobbiamo recuperare delle aree degradate in giardini attrezzati. A San Girolamo c'è il grande problema della fogna. Qualche settimana fa c'è chi ha percorso le strade con i gommoni. Sulla questione waterfront siamo favorevoli e potrebbe essere un investimento importante per il territorio.

Stanic e Villaggio del Lavoratore?

"Nonostante avessimo individuato dei finanziamenti, l'amministrazione comunale non è riuscita a realizzare una scuola elementare e materna che avevamo programmato di costruire. Vorremmo collegare il Villaggio alla Stanic con una passerella perchè c'è una situazione di rischio per i pedoni in via Bruno Buozzi".

La sua opinione sul decentramento? Sarà efficace? 

"Ho chiesto al candidato sindaco Di Paola di continuare sull'affidamento delle deleghe ai municipi. Il Comune non può vedere se un territorio è di destra o sinistra prima di asfaltare. Chiederò a lui di prevedere una modifica del regolamento affinché i presidenti dei Municipi partecipino di diritto in Consiglio comunale e, quando si parlerà del loro territorio, di avere diritto di parola. Non siamo più le vecchie Circoscrizioni, ma abbiamo una programmazione più completa, anche, ad esempio, nella viabilità. Parteciparvi, unirebbe il Consiglio al territorio".  

MUNICIPIO III: I CANDIDATI ALLA PRESIDENZA

ELEZIONI COMUNALI 2014: TUTTI I CANDIDATI E LE LISTE

DOPPIA PREFERENZA DI GENERE: CHE COSA E' E COME FUNZIONA

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Municipio III, la proposta Ferrante: "I quartieri partecipino al Consiglio comunale"

BariToday è in caricamento