Mercoledì, 23 Giugno 2021
Comunali Bari 2014

Allarme criminalità, la coalizione Digeronimo: "Senza sicurezza non può esserci sviluppo"

L'intervento delle liste che sostengono la candidatura di Digeronimo sul tema dell'emergenza criminalità: "Amministrazione comunale latitante, senza sicurezza impossibile far riprtaire il commercio"

La rapina avvenuta ieri sera al bar Savoia, in pieno centro, ultima di una numerose serie di episodi verificatisi nelle ultime settimane, riapre il dibattito sull'emergenza sicurezza in città. Qualche giorno fa, Baritoday aveva interpellato sul tema i due candidati sindaco Mimmo Di Paola (Impegno Civile) e Giacomo Olivieri (Realtà Italia). Nella discussione era intervenuto anche l'assessore Elio Sannicandro, candidato alle primarie del centrosinistra.

Oggi sul tema si registra anche l'intervento di Riconosciamo Bari e delle altre liste che sostengono la candidatura a sindaco di Desirèe Digeronimo.

"E' ormai doloroso quanto inevitabile constatarlo - si legge in una nota diffusa dalla coalizione - Gli sforzi dei negozianti della Città sono destinati ad essere vani. Le Forze dell'ordine non sono più in grado di assicurare tutela a costoro, non sono dotate degli strumenti necessari per fronteggiare l'emergenza sicurezza, che a Bari è ormai sempre più pressante".

"Il clima di terrore che si respira per le strade, dovuto in gran parte all'assenza di misure di prevenzione ed alla prolungata latitanza dell'Amministrazione Comunale, - prosegue il comunicato - allontana 'sine die' il momento in cui il commercio potrà rifiorire in Città. Del resto, che senso ha investire in una attività produttiva, laddove la stessa rischia di essere costantemente alla mercé degli sbandati di turno? Che speranza ha la Città di rivivere una stagione di sviluppo economico?"

"La buona volontà non  basta più! I Movimenti che sostengono la candidatura di Desirèe Digeronimo a Sindaco di Bari devono, pertanto, nuovamente denunciare l'assenza di un Piano Comunale per la sicurezza, l'incapacità - al momento - delle Forze dell'ordine di presidiare adeguatamente il territorio e lo stato di frustrazione in cui versano i commercianti della Città, come del resto tutti i cittadini, i quali percepiscono sempre più drammaticamente di essere soli contro il dilagare della delinquenza".

"Desirèe Digeronimo insiste, allora, nel proporre un rafforzamento del sistema di crime mapping inter-istituzionale, il presidio continuo delle strade a maggior flusso commerciale, l'istituzione di sistemi di videosorveglianza nei quartieri della Città, l'adozione di un Piano integrato per la sicurezza, che contempli il monitoraggio continuo sia dei siti che dei soggetti che fungono da serbatoio per la criminalità. Ciò nella assoluta convinzione che solo assicurando la presenza in Città delle condizioni per il normale svolgimento della attività produttive, Bari potrà coltivare la speranza di incrementare il commercio, di riaprire i negozi ormai chiusi da tempo, di rialzare finalmente la testa".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Allarme criminalità, la coalizione Digeronimo: "Senza sicurezza non può esserci sviluppo"

BariToday è in caricamento