Comunali Bari 2014

Madetti: "Digeronimo ci critica? Il M5S non baratta sostegno con poltrone"

Il candidato sindaco 'a 5 Stelle' risponde al magistrato che aveva definito i propri contenuti vicini a quelli del Movimento fondato da Grillo: "Cosa farà se verrà eletta in Consiglio comunale? Lascerà la magistratura?"

“Le idee dei cittadini non le barattiamo con una poltrona. Sarà lei forse a tradire eventualmente il mandato degli elettori se entrerà a Palazzo di Città". Il Movimento 5 Stelle, con il candidato sindaco Vincenzo Madetti, risponde ai concetti espressi nei loro confronti da Desirée Digeronimo, apparsi su alcune testate locali, in cui si faceva riferimento a una presunta mancanza di democrazia nel M5S: "Non abbiamo mai avuto problemi di gestione interna - spiega Madetti - . Semplicemente noi abbiamo detto che non faremo nessun tipo di intesa con i partiti. Chi cercasse tra di noi questo tipo di dialogo, disattenderebbe il mandato preso con gli elettori. La Digeronimo mi sembra non stia facendo neanche una buona informazione quando parla di mancanza di democrazia. Ogni settimana organizziamo tavoli, agorà e appuntamenti in condivisione con i cittadini".

Madetti ribatte la pm che si è definita vicina alle idee del Movimento: "Lei non lo è nel momento in cui offre il suo sostegno ai ballottaggi a chi le offrirebbe un assessorato. Penso che i nostri elettori non si faranno abbindolare dalle sue promesse elettorali poichè sono cittadini informati" lanciando una provocazione: "Digeronimo è una pm: se dovesse essere eletta come consigliere comunale, cosa farebbe, lascerebbe la magistratura o tornerebbe a Roma? Come Decaro ha un paracadute, quello del doppio incarico".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Madetti: "Digeronimo ci critica? Il M5S non baratta sostegno con poltrone"

BariToday è in caricamento