Lunedì, 14 Giugno 2021
Comunali Bari 2014 Carrassi / Via De Marinis Antonio

Cultura, lavoro e solidarietà: Palmisano presenta il 'Manifesto per Bari'

Illustrata la piattaforma programmatica per le Comunali 2014. Sullo sfondo l'idea lista civica. Appoggio al centrosinistra "se, dopo le primarie, non uscirà un nome spurio"

"E' necessario un ricambio generazionale. Ci sono nuove competenze che devono entrare nel governo cittadino. Il nostro è un documento corposo con un occhio al lungo periodo per dare prospettive diverse ai baresi". Leo Palmisano ha presentato questa mattina il 'Manifesto per Bari', piattaforma programmatica per rilanciare la città, con uno sguardo rivolto alla cultura, alla solidarietà e al lavoro.

Un progetto, nato in modo informale nella libreria Zaum e cresciuto negli ultimi mesi tra dibattiti e incontri, illustrato questa mattina al pub E-Koinè attorno al quale si sono trovate a confrontarsi competenze differenti: 50 persone unite dal filo rosso del rinnovamento e del benessere per la comunità: "Immaginiamo - sostiene Palmisano - una città differente e integrata, con più voglia di democrazia e partecipazione".

Sei i punti fondamentali: l'occupazione, l'istruzione per l'avvenire, il benessere socio-economico, il rapporto della città con il mare, la cultura e l'inclusione sociale: "C'è assenza di lavori di qualità - afferma il sociologo barese - e dovremmo rendere la cultura un'opportunità occupazionale, ma purtroppo non riusciamo a sfruttare pienamente le nostre potenzialità", dopo anni di immobilismo: secondo Palmisano "il secondo mandato di Emiliano ha vissuto la crisi della politica, con troppe responsabilità su una sola persona e senza l'aiuto di un Consiglio comunale efficace". Il gruppo, attorno al quale c'è già l'appoggio di alcune centinaia di attivisti, guarda alle prossime amministrative come pungolo e, allo stesso tempo, sostegno per rimpolpare la proposta del centro-sinistra, senza proporre nomi alle primarie, anzi, come ha dichiarato Palmisano, "uscendo dal gossip delle candidature. Ci piacerebbe - ha proseguito - avviare una discussione con gli altri candidati del centrosinistra, ma se alla fine uscirà un nome spurio, non lo appoggeremo, neanche dopo le primarie".

Un documento con la prospettiva di una lista civica, ma, per Palmisano, ad alcune condizioni: "La presenteremo solo se riusciremo ad allargare la piattaforma all'interno centrosinistra. Non nasciamo dal nulla e non siamo un esercizio di stile per il Pd. Vogliamo metterci al servizio del centrosinistra con un programma, ma sappiamo che non si può prescindere dal Pd".

Il Manifesto verrà consegnato alla segreteria cittadina del Pd, al (quasi) candidato Antonio Decaro, mentre è già stato letto e commentato dall'altro esponente in lizza per le possibili primarie, Pietro Petruzzelli, presente all'incontro: "Chiedo da tempo al centrosinistra di aprire un cantiere per progettare una visione d'insieme della nostra città. Attraverso ciò potremmo dare un contributo fondamentale, anche perchè i partiti, da tempo hanno perso linfa e capacità di proporre".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cultura, lavoro e solidarietà: Palmisano presenta il 'Manifesto per Bari'

BariToday è in caricamento