Lunedì, 2 Agosto 2021
Comunali Bari 2014

Michele Caradonna, candidato al Comune con la lista Decaro sindaco

BIOGRAFIA
Classe 1974, Acquario, sposato con un figlio. Dal padre Giuseppe Caradonna eredita il senso civico dell’impegno in prima persona per il riconoscimento dei diritti fondamentali della persona.
Dopo aver conseguito il Diploma Classico nel 1992 presso il convitto Cirillo di Bari, Michele si laurea nel 2001 nel Corso di Laurea in Lettere. La sua formazione non si conclude con il conseguimento della Laurea, consegue infatti master universitari di I livello “Psicologia della comunicazione”; “comunicazione e pubbliche relazioni” e master universitari di II livello “Progettazione e valutazione di interventi a sostegno della genitorialità”.
Il processo di formazione è continuo, aggiornato e professionalizzante anche per le molteplici attività di volontariato per le quali si impegna fin da giovanissimo: Croce Rossa, Culla di spago, Lega Tumori, CAT (Club algologici territoriali), Associazione degli Invalidi.

Dimessosi volontariamente dal Corpo della Polizia di Stato nel 1999, si dedica alla sua grande passione di giornalista: fonda la rivista Bariracconta e ne diventa direttore responsabile: la rivista di servizio sociale è dal 2000 distribuita gratuitamente. Dopo una lunga esperienza nel campo della comunicazione, nei diversi ruoli di speaker radiofonico, conduttore di programmi televisivi, redattore giornalistico, negli ultimi anni attiva Radio Vera 24 e la Web tv. Il fine è quello di realizzare un sistema di comunicazione per una informazione sulla disabilità e sulle tematiche sociali gratuita, corretta e trasparente.
Con il Centro di Formazione Aquarius, che dal 2008 offre corsi gratuiti per disabili, anziani e inoccupati, crea un luogo di formazione e di integrazione sociale gratuito e competente.


MOTIVI DELLA CANDIDATURA
Mi candido a Consigliere Comunale della Città di Bari per 4 semplici ragioni:
1.rendere un servizio alla comunità barese: sono un cittadino barese, vivo tra la gente è quello il mio punto di vista dal quale non potrò mai prescindere quando si tratterà di tracciare il futuro di Bari.
2.portare il mio impegno politico di tutti i giorni in seno al Consiglio Comunale. Per “fare politica” dovrebbe intendersi progettare e realizzare delle idee che comportino il miglioramento della vita di tutti ma in particolar modo per chi vive nelle difficoltà, per "fare politica" dovrebbe intendersi esporsi in prima persona con le proprie idee ma sopratutto con i propri valori, anche minando gli interessi di qualcuno ed evidenziando le incapacità di altri. In questi anni, il senso civico e il rispetto per la persona e i suoi diritti mi hanno spinto a intraprendere vere e proprie Battaglie sociali: per la definizione del Regolamento regionale del Pass Auto per disabili; per l’abbattimento delle barriere architettoniche; per l’informazione, la tutela e il riconoscimento dei diritti dei disabili.
3.non per protestare ma per proporre soluzioni semplici e idonee per una migliore accessibilità, vivibilità e valorizzazione del nostro territorio.
4. per combattere l’indifferenza, l’ostruzionismo e l’ignoranza che talvolta aleggiano nelle istituzioni, con un impegno concreto e costante sempre animato da buon senso, attenzione all’ascolto e dal rispetto per le persone, le istituzioni, la legge. Per altre info: www.michelecaradonna.it

3 PROPOSTE PER IL TERRITORIO
Le proposte per il territorio in termini di interventi da attuare sono ben più di 3, ma ogni intervento dovrà sempre essere ispirato a 3 principi fondamentali per essere sicuri che si stia facendo un buon lavoro:
Legalità e partecipazione- è necessario incentivare la partecipazione dei cittadini anche attraverso la trasparenza non solo degli atti amministrativi ma anche di tutta la documentazione sulla cui base si fondano gli orientamenti e le scelte del consiglio; è necessario sviluppare la lotta alla corruzione, individuare un sistema di valutazione delle performance dei dirigenti.
SoStenibilità – è necessario avviare un modello di sviluppo di tipo cooperativo e di integrazione (in ambito edilizio, della mobilità e dell’ambiente) che soddisfi i bisogni di oggi e assicuri il meglio per domani.
Orientamento alla persona. Le politiche sociali, educativi, formative, del lavoro devono costituire un sistema al centro del quale c’è la persona e la sua valorizzazione in tutto l’arco della sua vita. Per altre info: www.michelecaradonna.it

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Michele Caradonna, candidato al Comune con la lista Decaro sindaco

BariToday è in caricamento