Lunedì, 14 Giugno 2021
Comunali Bari 2014

Municipi, Melini dice no a Decaro: "Il mio dna è di centrodestra"

Il capogruppo dell'opposizione a Madonnella: "Con Raffaele Fitto deciderò il mio impegno nelle amministrative"

L'interessamento c'è stato. La riflessione sul da farsi pure. Ma a distanza di circa dieci giorni dalla possibile candidatura a presidente del Municipio del Mare per il centrosinistra, a fare chiarezza è intervenuta la diretta interessata. "Sono una donna di centrodestra e rimango nel centrodestra", afferma Irma Melini capogruppo dell'opposizione nella VII circoscrizione, fittiana di lungo corso, iscritta a Forza Italia e spesso in aperta critica nei confronti della gestione Emiliano.

Il contatto tra lei e Antonio Decaro c'è stato tanto da sollevare diverse critiche non solo in seno al centrosinistra ma anche nelle file di Forza Italia, con il segretario cittadino dei berlusconiani che bollava come potenzialmente "mortificante questa operazione politica".

Melini, dopo giornate di riflessione, ha tranquillizzato i suoi fedelissimi. Non lascerà Forza Italia. "Se qualcuno ha pensato che l'offerta di un municipio di centrodestra ad una persona di centrodestra, ma candidata per la sinistra, potesse essere una operazione politica e commerciale, ha sbagliato. Il mio dna resta inalterato". "Ho rimesso le mie scelte operative nelle mani di Raffaele Fitto e con lui deciderò quale sarà il mio impegno nelle prossime amministrative", ha concluso all'interno di un post pubblicato sulla sua bacheca Facebook.

Ora si tratterà di comprendere le scelte del centrosinistra. Il circolo di via Zara del Pd ieri aveva chiesto che fosse scongiurata la candidatura della Melini, augurandosi che fosse scelta una rappresentante della coalizione. Tra i nomi potrebbe esserci quello di Micaela Paparella, che ha ben ereditato il ruolo del compianto presidente di Madonnella, Nichi Muciaccia. Ma è presto per fare nomi. Il Municipio del Mare è quello che secondo i sondaggi vede in vantaggio il centrodestra per i feudi conservatori di Libertà, Murat e San Nicola. Da qui l'idea dell'entourage di Decaro di puntare sulla Melini, contando anche sulle spaccature presenti all'interno della coalizione di centrodestra. Nei giorni scorsi è spuntato anche il nome di Francesco Muciaccia, (figlio di Nichi e già consigliere circoscrizionale) sponsorizzato da SeL e che potrebbe compattare una buona fetta dell'elettorato della sinistra. Nelle prossime ore il quadro sarà più chiaro.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Municipi, Melini dice no a Decaro: "Il mio dna è di centrodestra"

BariToday è in caricamento