Comunali Bari 2014

Municipio IV, Acquaviva: “Lavorerò per unire i quartieri. Priorità? Mercato e recupero dell’Aldo Moro”

Il candidato presidente del centrosinistra illustra il suo programma. Sul decentramento: "Assicurerà autonomia e un'azione più incisiva sul territorio"

Quarantanove anni, avvocato. Assessore provinciale al Patrimonio della giunta Divella e attualmente consigliere provinciale uscente del Pd. Nicola Acquaviva è il candidato del centrosinistra alla presidenza del IV Municipio (Carbonara-Ceglie-Loseto-Santa Rita).

Dall’esperienza amministrativa alla Provincia alla corsa per la presidenza del IV Municipio. Come è maturata questa candidatura?

“Io ero già candidato al Comune con la lista del Pd. Poi c’è stata questa inversione di tendenza sul Municipio, perché ritengo che trattandosi di una nuova esperienza amministrativa, con poteri più ampi, io abbia la possibilità di poter fare qualcosa per il mio territorio, sul quale sono radicato. Ho ritenuto insomma di dovermi impegnare per contribuire alla crescita del mio territorio”.

Lei ha fatto riferimento alla costituzione dei Municipi. Per quanto riguarda il IV Municipio i confini sono rimasti gli stessi rispetto a quelli della IV Circoscrizione, come risposta alle istanze di autonomia espresse in precedenza da questo territorio. Quali saranno i benefici? Lei pensa che la riforma sul decentramento sarà la giusta risposta alle richieste dei cittadini?

"Assolutamente sì. Ci  sarà un’azione diretta dell’amministrazione sul territorio, considerato anche quello che è il programma del nostro candidato sindaco, che intende subito affidare le deleghe a noi presidenti dei Municipi. Lui ci considera dei mini-sindaci, quindi ritengo che sarà la risposta giusta a quelle richieste di autonomia che sono pervenute essenzialmente dal nostro territorio e da quello di Palese-Santo Spirito”.

Guardando al IV Municipio nel suo complesso, qual è un primo impegno, una priorità che vorrà affrontare se eletto?

“Con il nuovo assetto dei Municipi la delega ai Mercati e al Commercio sarà data ai presidenti, per questo ritengo che il primo punto sia cercare di rilanciare il nostro mercato, perché questo significa rilanciare l’economia e quindi creare opportunità. Ad esempio bisogna cercare di collegare meglio il mercato con tutti i quartieri del Municipio. Un’altra mia priorità sarà quella di sbloccare  la situazione dell’Aldo Moro (la struttura abbandonata che sorge tra Carbonara e Ceglie, in origine destinata a diventare un centro di assistenza per malati e anziani, ma mai completata, ndr), che è il segno di trent’anni di fallimenti della politica sul nostro territorio. Mi impegnerò per utilizzare quella grande struttura: intendo trasferire là il distretto sanitario, potrebbe ospitare anche un asilo nido.  Riprenderei un accordo di programma che è stato già sottoscritto tra Comune, Regione e la Curia, che è proprietaria dell’immobile, e cercare di lavorare su quello. Si tratta di due strutture, mercato e Aldo Moro, centrali per l'intero Municipio”.

E se dovesse indicare invece una priorità per ciascun quartiere? Cominciamo da Carbonara.

“Una cosa che intendo fare per Carbonara, forte della delega alla Cultura e allo Sport, è cercare di creare più eventi possibili per riappropriarci del territorio e per renderlo più vivibile anche rispetto ad una questione di sicurezza.

Ceglie?

“Su Ceglie credo che i problemi più impellenti siano legati a questioni di colleganza del territorio alla città e allo stesso IV Municipio. La cosa che mi sforzerò di fare è abbattere le barriere che dividono ancora oggi le ex frazioni. Dobbiamo impegnarci a cercare delle condizioni affinchè finalmente il IV Municipio sia il IV Municipio, e non, singolarmente, Ceglie, Carbonara, Loseto, Santa Rita. Un'entità compatta, unita, in cui l’identità di ciascun quartiere contribuisce e aiuta a crescere il Municipio nel suo complesso ”.

Un impegno per Loseto?

"Un impegno per Loseto è rivalutare il centro storico, aprendolo anche ai residenti della parte nuova del quartiere, mettendo in comunicazione la parte antica e la parte residenziale. Poi Loseto lamenta anche una grande deficienza di collegamenti, che insieme all’amministrazione comunale cercheremo di migliorare e rendere più efficienti".

Loseto e Santa Rita hanno la questione irrisolta della metropolitana Bari-Bitritto.

“I lavori per la Bari-Bitritto sono già partiti, credo che nell’arco di massimo due anni sarà pronta, e potrà contribuire a risolvere il problema del collegamento con il resto della città”.

Una priorità per Santa Rita?

“Su Santa Rita dobbiamo cercare di fare una bonifica generale, con degli accorgimenti volti soprattutto a migliorare i collegamenti. Questi problemi, come ho detto, saranno risolti in buona parte dalla realizzazione della metropolitana, ma nel frattempo ci impegneremo a  potenziare il percorso degli autobus”.   

MUNICIPIO IV: TUTTI I CANDIDATI

ELEZIONI COMUNALI: TUTTI I CANDIDATI E LE LISTE

DOPPIA PREFERENZA: CHE COSA E' E COME FUNZIONA

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Municipio IV, Acquaviva: “Lavorerò per unire i quartieri. Priorità? Mercato e recupero dell’Aldo Moro”

BariToday è in caricamento