Martedì, 15 Giugno 2021
Comunali Bari 2014

Nuovo Centrodestra: "Melchiorre vicesindaco? E chi lo ha deciso?"

Gli alfaniani reagiscono alla proposta avanzata da Forza Italia e Lista Schittulli. Di Paola assicura: "Melchiore è una risorsa, ma nessuno ha promesso nulla". In settimana ennesimo vertice chiarificatore

Aria tesa  nel centrodestra barese. E non è certo una novità.  La coalizione sembra pronta ad offrire la poltrona di vicesindaco a Filippo Melchiorre di Fratelli d’Italia (FdI), reduce dalle primarie interne di domenica scorsa che hanno sancito la vittoria di quanti preferiscono entrare nella coalizione evitando la candidatura solitaria. Ma quest’accordo sulla poltrona di vicesindaco non piace al Nuovo centrodestra (Ncd) ed in particolare a Massimo Cassano, leader pugliese degli alfaniani, il quale invita ad assumere questa scelta soltanto dopo le votazioni del 25 maggio prossimo. Del resto per il tandem con Di Paola, Ncd aveva proposto Costantino Monteleone. Ed ora questo accordo tra Di Paola, Forza Italia, Lista Schittulli e FdI sembra mettere in discussione la difficile intesa costruita in questi mesi.  

In realtà, come detto  già nei giorni scorsi, la partita elettorale nasconde una battaglia al vertice della leadership del centrodestra, con Cassano che ambisce ad assumere una posizione di capitano nelle fila dei moderati a tutto svantaggio di Forza Italia, ed in particolare del dominus regionale Raffaele Fitto. In mezzo c’è Domenico Di Paola che vive la sua campagna elettorale con lo spauracchio che Ncd possa decidere di correre da sola nei cinque Municipi, mettendo in fibrillazione l’intera coalizione. E che ora deve dirimere la questione vicesindaco, con Melchiorre che scalpita e si fa forte del sostegno ricevuto anche dai berlusconiani.

“Filippo Melchiorre è una risorsa del centrodestra e se la coalizione lo indicherà come vicesindaco, sarò lieto di averlo al mio fianco. Nessuno però ha promesso nulla”, tiene a precisare l’ex amministratore unico di Adp. L’idea è di risolvere l’ennesima querelle entro la prossima settimana, ma l’aria che si respira intorno alla coalizione è tutto fuorché distesa. I veleni partitici stanno mettendo Di Paola di fronte a questioni con cui non avrebbe mai voluto avere a che fare. Ma la corsa a primo cittadino prevede anche questo e per il centrodestra l’obiettivo è quello di evitare il terzo insuccesso di fila. Per una città da sempre definita roccaforte della destra italiana equivarrebbe ad una ecatombe. E la lotta per “un posto al sole” non aiuta certo a compattare l’elettorato.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nuovo Centrodestra: "Melchiorre vicesindaco? E chi lo ha deciso?"

BariToday è in caricamento