Comunali Bari 2014

Presentata la lista del Polo barese: "Spaccato fedele della società barese"

Giovani e per la maggior parte senza precedenti esperienze politiche: sono i candidati in corsa con Marco Cornaro. Tra i punti principali dle programma, la riqualificazione della costa sud, il rilancio della zona industriale, il rifacimento della rete fognaria

La lista del Polo Barese, nella sua eterogeneità, è uno spaccato fedele della società barese. È la prima considerazione emersa al termine della presentazione svoltasi ieri pomeriggio. I trentadue candidati della lista civica indipendente che sostiene Marco Cornaro sono per lo più trentenni e quarantenni motivati da forti prerogative di cambiamento, senza precedenti politici e nessuno 'unto' da incarichi pubblici.

C'è la studentessa universitaria ventenne di Economia e Commercio che si vuole mettere in gioco per il suo quartiere di provenienza, il San Paolo. Ci sono i neolaureati in Farmacia ed Economia, l'idraulico, il deejay, il ristoratore, l'informatico, l'allenatore di calcio (Massimiliano Tangorra), vecchia gloria del Bari. E poi ancora l'agente di commercio, gli avvocati, l'insegnante precaria di Latino e Greco, ma anche il disoccupato in cerca di lavoro. Ognuno con la sua storia ma tutti con un'unica speranza, quella di cambiare il sistema.

Il comune denominatore è la voglia di rinnovamento vero, sincero, genuino. Tutti sono determinati a rivoluzionare la classe dirigente che ha fortemente deluso negli ultimi vent'anni. Insomma, una ventata di aria nuova che rimetta al centro dell'azione amministrativa concetti ormai dimenticati, come bene comune e collettività. Ma anche e, soprattutto, la meritocrazia: basta con una città fatta di 'figli di', di 'mogli di', di 'amanti di', di privilegiati, segnalati, raccomandati. Gli stessi che, spesso, occupano immeritatamente ambite poltrone e comode posizioni apicali e di potere.

A presentare i candidati, ovviamente, è stato Marco Cornaro, il candidato sindaco, che si è soffermato sui punti salienti del programma: riqualificazione della costa sud, rilancio della zona industriale, sicurezza, viabilità, rifacimento della rete fognaria, incentivazione dell'attività sportiva attraverso centri polifunzionali in ogni quartiere, volontariato e servizi sociali, con in primis la proposta di un supermercato sociale.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Presentata la lista del Polo barese: "Spaccato fedele della società barese"

BariToday è in caricamento