Comunali Bari 2014

Primarie, d'Ambrosio Lettieri (Forza Italia): "Complimenti alla sinistra: ieri gridava al complotto, oggi celebra il trionfo"

Il coordinatore cittadino del partito ironizza sugli esiti delle primarie del centrosinistra e sulle polemiche per i tentativi di inquinamento del voto, di cui sono stati accusati alcuni esponenti del centrodestra. "La sinistra inaugura il nuovo corso dei voti lavati con la candeggina"

"È vero che la paura fa novanta e spesso fa sragionare. Ma offendere l’intelligenza dei baresi, proprio no. Anche l’indecenza ha un limite. Ieri gridavano al complotto ordito dalla destra, si accusavano di nefandezze, voti comprati, buoni del supermercato distribuiti, rimborsi, infiltrazioni della criminalità. Mancavano i servizi segreti e gli extraterrestri e il cerchio era chiuso. Minacciavano pure sfracelli – con buona pace per il confronto democratico - se non avesse vinto Decaro. Oggi che la protesi di Emiliano dichiara vittoria di Pirro, la sua badante lava i voti con la candeggina. Inaugurato un nuovo corso, mentre improvvisamente i voti brutti, sporchi e cattivi - che a un certo punto diventano davvero terra di nessuno con la sospensione della ricevuta non si sa bene a uso e consumo di chi -  coronano un trionfo. E addirittura l’affluenza che prima era sospetta diventa una ipoteca sulle elezioni di maggio. Se non ci fosse da piangere lacrime amare su dieci anni di disastro, ci sarebbe da ridere".

D'Ambrosio Lettieri, coordinatore cittadino di Forza Italia, va all'attacco del centrosinistra dopo quanto accaduto ieri durante le primarie. Nel corso delle consultazioni, i sospetti sulla compravendita di voti e sulle presunte infiltrazioni da parte di soggetti del cenntrodestra, hanno provocato non pochi allarmi e polemiche.

"Una cosa è certa. - prosegue D'Ambrosio Lettieri in una nota - Forza Italia, come altre forze di centrodestra, ha fatto una scelta trasparente, coerente e generosa rinunciando a un candidato di parte a favore di un candidato di sintesi, espressione di tante sensibilità perché ci si potesse occupare da subito di un progetto serio e credibile per Bari e i nostri concittadini. Abbiamo avuto il coraggio di dire da subito che le primarie, se non supportate da regole certe, rischiano di essere la negazione della democrazia".

"Dall’altra parte, comunque la si guardi, stracci e veleni sono stati i veri protagonisti di presunte primarie della partecipazione popolare, con tanto di appello alla mobilitazione di un sindaco che invece di occuparsi della città che dovrebbe amministrare, si occupa di regia e scenografia dei teatrini farsa del suo partito. Adesso ai campioni della democrazia - quella che è ormai un simulacro di se stessa - non rimane che restare inchiodati alle proprie contraddizioni e alle proprie gravissime finzioni. Ad Antonio Decaro vanno naturalmente i nostri auguri. - conclude - E i complimenti vivissimi per lo spottone gratis che queste primarie in perfetto stile di continuità con le prassi della sua badante hanno saputo produrre in favore del miglior sindaco che Bari può sperare di avere a fine maggio. E cioè Di Paola, menomalechemimmoc’è".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Primarie, d'Ambrosio Lettieri (Forza Italia): "Complimenti alla sinistra: ieri gridava al complotto, oggi celebra il trionfo"

BariToday è in caricamento