Martedì, 15 Giugno 2021
Comunali Bari 2014

Primarie centrosinistra, Decaro è il candidato sindaco: "Ho vinto contro chi ha tentato di rovinarci la festa"

Il candidato del Pd batte il leader di Realtà Italia, che vince a Carbonara, San Paolo e Libertà. Terzo, con molto distacco, Elio Sannicandro. Altissima la partecipazione, ma con dubbi e polemiche sul voto di scambio

"Ho vinto queste primarie e sono felice. Ho vinto non tanto contro i miei competitor, che ringrazio e saluto, ma contro chi ha tentato di rovinare questa festa democratica. Nonostante quello che mi raccontavano da qualche seggio, io sono sempre stato sereno, perché girando per la città mi accorgevo che l’affetto delle persone perbene era straordinario". E' passata da poco la mezzanotte quando Antonio Decaro arriva nella sede del provinciale del Pd. I dati non sono ancora ufficiali, ma il verdetto delle urne è chiaro: Antonio Decaro è il candidato sindaco del centrosinistra.

DECARO FESTEGGIA LA VITTORIA: GUARDA IL VIDEO

I RISULTATI E IL BOOM DELL'AFFLUENZA - Con circa 10947 voti, il 53,04% dei consensi (dati non ufficiali) il candidato del Pd ha vinto su Giacomo Olivieri, leader di Realtà Italia (8676 voti, 42,03%) e Elio Sannicandro (1017 voti 4,93%). Un dato significativo è stato quello relativo all'affluenza, che ha superato di gran lunga le aspettative del Comitato organizzatore: i votanti che si sono recati alle urne sono stati quasi 21mila (20.853). AFFLUENZA: I DATI DEFINITIVI QUARTIERE PER QUARTIERE  - I RISULTATI SEGGIO PER SEGGIO

GLI ALLARMI PER IL VOTO DI SCAMBIO - Ma nel corso della giornata che ha visto il popolo del centrosinistra alle urne per la scelta del candidato sindaco da schierare contro Di Paola alle amministrative del prossimo 25 maggio, tensioni e polemiche non sono mancate. In particolare per gli episodi sospetti legati al voto di scambio e alle "infiltrazioni" di esponenti di partiti e movimenti di destra, che hanno indotto il Comitato organizzatore a sospendere, a fine mattinata, il rilascio della ricevuta di voto, che in alcuni casi sarebbe stato usato come "prova" per ottenere rimborsi elettorali. Preoccupazione per la situazione è stata espressa dagli stessi candidati, con Decaro che ha parlato di un "tentativo di inquinamento delle primarie" e Sannicandro che si è detto soddisfatto della decisione di sospendere gli scontrini per evitare "un inaccettabile mercimonio".

La preoccupazione per l'andamento delle operazioni di voto, rimbalzata negli ambienti del Pd per tutta la giornata, si è tuttavia dissolta con gli scrutini, che hanno appunto decretato la vittoria di Antonio Decaro, anche se dalle urne è emersa chiaramente la forza del leader Realtà Italia, Giacomo Olivieri, che ha comunque conquistato più del 40% dei consensi, vincendo in tre seggi: Carbonara, San Girolamo-Fesca, San Paolo.

DECARO: "DA DOMANI INIZIA LA VERA BATTAGLIA" - Accantonate le polemiche (e in attesa di vedere se le denunce di ieri avranno un seguito, con l'eventuale avvio di indagini per fare chiarezza su quanto accaduto), Antonio Decaro ha festeggiato con i suoi sostenitori nella sede del Pd. "Ora sono il candidato sindaco grazie alle primarie più partecipate d’Italia. È un’investitura popolare che mi dà una forza e una convinzione enorme. Da domani inizia la vera battaglia. Quella per battere un centrodestra che ha paura di fare le sue primarie, ma evidentemente si appassiona alle nostre. Ringrazio tutti quelli che ho incontrato in questi pochi ma intensi giorni di campagna elettorale e tutti quelli che hanno partecipato a queste primarie. Bari mi ha dato tanto in questi anni. Ora è venuto il tempo per me di restituire alla città".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Primarie centrosinistra, Decaro è il candidato sindaco: "Ho vinto contro chi ha tentato di rovinarci la festa"

BariToday è in caricamento