rotate-mobile
Comunali Bari 2014

Fratelli d’Italia, Gemmato: "A giorni l’intesa con Di Paola. Melchiorre? Sarà il vicesindaco"

Il portavoce regionale: "Le primarie sono state un successo. Antonio Decaro cambia in continuazione i suoi ruoli, ma in politica occorre molta serietà"

Consigliere Gemmato, quasi tremila persone alle primarie. Un buon risultato, non crede?
"Sì, siamo molto contenti. Come detto nella conferenza di stamattina, mai nella storia del centrodestra barese la sovranità è stata così centrale, così sentita e partecipata. 2983 cittadini baresi hanno votato e noi seguiremo la loro volontà."

Tutti si aspettavano che l’alternativa fosse: o con Di Paola o da soli. Invece notiamo che la maggioranza ha espresso il suo favore per “sedersi al tavolo della coalizione”. Ancora melina politica?
"Nei giorni che hanno preceduto le primarie abbiamo notato come ci fossero delle fibrillazioni intorno a Di Paola e quindi per prudenza siamo rimasti nel vago, ma è evidente che lo sosterremo e credo l’intesa verrà formalizzata nei prossimi giorni. I nostri elettori ce lo hanno richiesto".
 
Nove partiti su dieci vi hanno proposto la candidatura di Filippo Melchiorre a vicesindaco. Conferma?
"Sì. E’ un atto di grande considerazione nei confronti di Fratelli d’Italia che vuole ritagliarsi un ruolo da protagonista all’interno della coalizione. Filippo Melchiorre sarebbe stato il nostro candidato sindaco e ci fa piacere che la coalizione abbia riconosciuto il suo valore proponendolo al fianco di Mimmo Di Paola".

Tutti tranne il Nuovo centrodestra di Alfano che, per bocca di Massimo Cassano, sembra pronto a correre da solo nei Municipi. Non credete che ciò possa rappresentare un pericolo per l’unità della coalizione?
"Io credo che il Nuovo centrodestra converrà che è necessario lavorare uniti per il futuro della nostra città. Personalmente l'ipotesi di una corsa solitaria di Ncd mi sembra una pista impraticabile. Detto questo noi di Fratelli d'Italia garantiamo che non ci divideremo ed anche per i Municipi decideremo il da farsi con tutti gli altri soggetti della coalizione. Sempre mettendo avanti i temi a noi più cari".

Immaginiamo quelli usciti dalle primarie. In ordine leggiamo  “lotta alla criminalità e sicurezza (92%); sostegno alle famiglie (81%); pulizia della città (64%); emergenza lavoro e nuove povertà (46%) ed accoglienza immigrati nel rispetto delle regole di convivenza (38%)”. Non certo una novità per voi? Ci può indicare un’azione concreta che proporrete al tavolo?
"Le stiamo definendo all’interno del programma. Tuttavia, sul tema sicurezza, proporremo la possibilità che agenti e militari, anche in borghese, possano viaggiare gratuitamente sui mezzi pubblici. E’ un’azione presente a Roma e che svolge una sua efficacia deterrente. A Bari assistiamo troppe volte all’aggressione di autisti e controllori e questa potrebbe essere una delle azioni da attivare per contrastare episodi così disdicevoli a carico dei lavoratori dell’Amtab".

Considera Di Paola  un candidato vincente?
"Di sicuro è una persona che ha costruito e lavorato tanto nella sua vita. Può essere l'uomo giusto per le prossime amministrative".

Secondo alcuni sondaggi del Pd, Decaro sarebbe in vantaggio di 7 punti. Voi che dati avete?
"Guardi se sono gli stessi sondaggi che indicano Emiliano come il sindaco più amato d’Italia allora è meglio non considerarli. Su Decaro voglio dire una cosa".

Dica.
"E’ stato eletto consigliere comunale, poi nominato assessore ai Trasporti. Prima di finire l’incarico ha scelto di candidarsi alle regionali dove fu eletto consigliere e, subito dopo , nominato capogruppo del Pd. Nel frattempo partecipò alle politiche e divenne deputato. Ora si candida a sindaco con la legislatura parlamentare in corso. Non dico che ci sia incompatibilità, ma ho imparato che in politica serve molta serietà e, francamente, non mi sembra sia sulla strada giusta".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fratelli d’Italia, Gemmato: "A giorni l’intesa con Di Paola. Melchiorre? Sarà il vicesindaco"

BariToday è in caricamento