Comunali Bari 2014

Olivieri: "Siamo il primo partito delle primarie, solo un pazzo potrebbe fare a meno di noi"

Il leader di Realtà Italia: "Rimaniamo nella coalizione ma si valorizzi il nostro programma"

"Rimaniamo nella coalizione di centrosinistra perché ci riconosciamo in un percorso aperto, ma saremo chiari sulle nostre proposte". Giacomo Olivieri smorza i toni delle polemiche che hanno accompagnato  le primarie del centrosinistra e si concentra sul futuro. A partire dalla riunione di coalizione che nei prossimi giorni verrà convocata per continuare la campagna elettorale.

Le condizioni però sono chiare: “Gli oltre 9mila voti ottenuti ci fanno capire che  in tantissimi hanno condiviso i punti del nostro programma , in particolare quello legato alla costruzione di un patto sul welfare per risollevare le tante famiglie alle prese con una condizione economica assai precaria”.  

In mattinata Tommy Attanasio (un tempo fedelissimo di An e ora parte integrante di Realtà Italia) ha messo in chiaro che nulla è da dare per scontato e che sia necessario affidare al partito gli assessorati al Welfare e al Turismo in caso di vittoria del centrosinistra. Dai toni più concilianti Giacomo Olivieri: “E’ evidente che riteniamo di avere le qualità per poter governare quei settori, ma ora confrontiamoci con la coalizione”. “Siamo il primo partito perché da soli abbiamo raccolto poco meno della somma di tutti gli altri partiti  - continua -. Non cederemo sui punti che riteniamo essenziali, tra cui la riduzione drastica del compenso del sindaco da destinare alle famiglie bisognose”.  Per il momento quindi nessuna spaccatura all’orizzonte. “Solo un pazzo può pensare di fare a meno di noi, Antonio Decaro non lo è sicuramente”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Olivieri: "Siamo il primo partito delle primarie, solo un pazzo potrebbe fare a meno di noi"

BariToday è in caricamento