Comunali Bari 2014

Comunali, le proposte dei candidati sindaco sulla sicurezza

MARCO CORNARO (POLO BARESE) - "La città è insicura a causa di chi l'ha lasciata in uno stato disastroso. Bari non è uno sperduto paesino della Calabria, ma una grande area metropolitana con delle potenzialità enormi, una costa meravigliosa, un hinterland fantastico e la più grande zona industriale della dorsale adriatica. Per migliorare il livello di sicurezza bisogna aumentare il benessere dei cittadini. Inoltre, i vigili urbani, corpo d'eccellenza, vanno impiegati molto di più per presidiare il territorio e meno per sanzionare i cittadini, ricercando multe a ogni costo per far quadrare i bilanci del Comune. Una maggiore sicurezza si ottiene inoltre con una maggiore videosorveglianza". - Leggi l'intervista

ANTONIO DECARO (CENTROSINISTRA) - "Mi piacerebbe essere un super sindaco come quello di New York, ma non lo sono e non ho a mia disposizione tutte le forze dell'ordine presenti sul territorio. Il sindaco di una città come Bari può operare solo con la Polizia Municipale. Per questo creeremo un sistema di video sorveglianza collegato direttamente con la centrale della Polizia Municipale per assicurare un presidio costante sul territorio. Creeremo un sistema informatico per la mappatura dei crimini (monitoraggio costante sulla frequenza dei reati in ogni quartiere classificati per tipologia), alimentato anche con il supporto dei cittadini, per pianificare strategicamente interventi di prevenzione. Saranno attivati processi di ascolto periodico della cittadinanza e programmi di controllo dei quartieri, in collaborazione con le associazioni e le forze di polizia". - Leggi l'intervista

DESIREE DIGERONIMO (LISTE CIVICHE) - "Interventi tempestivi sul territorio anche con un protocollo d'intesa tra Polizia Municipale e Forze dell'Ordine. Riteniamo utili meno multe per fare cassa, ma più presenza nelle periferie. Più sicurezza vuol dire anche una migliore illuminazione stradale e una migliore viabilità, specie nei punti stradali più pericolosi". - Leggi l'intervista

MIMMO DI PAOLA (CENTRODESTRA) - "La criminalità è anche il prodotto dell'indifferenza amministrativa. La politica del lasciar fare, praticata in questi anni, ha lasciato proliferare fenomeni di delinquenza spicciola che hanno innalzato il livello di insicurezza percepita dai cittadini. E non bastano forse i comitati per l'ordine e la sicurezza. Anche le forze dell'ordine, lavorando con organici ridotti e senza mezzi, fanno quello che possono. In questo momento storico, non si possono immaginare politiche della sicurezza senza politiche del lavoro. La microcriminalità, ormai sempre più dilagante a Bari, si combatte oltre che con il rafforzamento dei presidi di sicurezza, socio-educativi e culturali nei quartieri e con i sistemi di videosorveglianza, anche con le politiche del lavoro. Più occupati vuol dire meno giovani per strada per i quali delinquere diventa l'unica prospettiva possibile. Puntare sulla crescita e sullo sviluppo vuol dire indirettamente incidere anche sulla sicurezza di una città. Una città in salute è anche una città piu' sicura". - Leggi l'intervista

MICHELE LADISA (INSORGENZA - MOVIMENTO DUOSICILIANO) - "Investendo nel lavoro. Occorre creare occasioni di occupazione, rilanciando l’edilizia e stimolando il turismo. Molti nostri figli sono disoccupati da anni, ma ciò dipende anche dal fatto che in città non ci sono investimenti in grado di generare occupazione. Personalmente sono favorevole alla costruzione della Cittadella della Giustizia che metterebbe a lavorare centinaia di nostri ragazzi". - Leggi l'intervista

MATTEO MAGNISI (IDENTITA' POPOLARE) - "E' ora che si studi un piano per aumentare la vigilanza dei quartieri contrastando la criminalità che ruota attorno al traffico di droga e al pizzo. Un celebre questore disse che a Bari nessuno si ribella perché pagano tutti e pagano poco. Non si può cedere a questo ricatto. I cittadini fanno bene a richiedere più sorveglianza perché non è possibile assistere inermi al ritorno di fenomeni criminosi". - Leggi l'intervista

STEFANO MINIELLO (NUOVA ERA - LIBERALDEMOCRATICI) - "Il sindaco, che siede al tavolo di concertazione con prefetto e forze di polizia, deve agire con altri attori per garantire alla città un livello di sicurezza decente. Non è possibile registrare episodi, come quello di due settimane fa, in cui un ragazzino è stato picchiato in piazza San Ferdinando da una banda di 16enni. Vogliamo contrastare duramente la delinquenza minorile e la criminalità organizzata, cominciando proprio dal pizzo. Quali imprese possono essere attratte nell'investire qui con questi problemi? La nostra azione però si concentrerà anche nella lotta alla devianza minorile, attraverso centri sportivi, culturali, le parrocchie. Dobbiamo togliere i ragazzi dalla strada e dalle grinfie della delinquenza". - Leggi l'intervista

LUIGI PACCIONE (CONVOCHIAMOCI PER BARI) - "Paccione candidato sindaco: programma e impegni
La lotta alla malavita organizzata non passa attraverso  una militarizzazione del territorio, ma mediante la diffusione di saperi e intelligenze. Occorre favorire l’incontro tra questo mondo e quanti ne sono stati allontanati, utilizzando il patrimonio di creatività di cui la città dispone". - Leggi l'intervista

 

PETRELLI (ALTERNATIVA COMUNISTA) - Comunali, il programma di Giacomo Petrelli, candidato sindaco di Alternativa comunista
“La risposta è nei nostri punti di programma, ed è il reddito sociale. Non è esclusivamente così, però se qualche persona ha la ‘testa calda’, chiamiamola così, e ha la necessità di guadagnarsi da vivere, potrebbe commettere piccoli reati, che rimangono piccoli all’inizio e poi magari vanno ad espandersi. Facendo in modo che queste persone abbiano un reddito sociale, potremmo allontanare questo rischio e quelli che possono essere gli sviluppi ipotetici in qualsiasi città, non solamente di Bari”.
- Leggi l'intervista

ELEZIONI COMUNALI 2014: I CANDIDATI E LE LISTE

MUNICIPI: I CANDIDATI ALLA PRESIDENZA

GUIDA AL VOTO: TUTTE LE INFORMAZIONI UTILI

ELEZIONI EUROPEE 2014: CANDIDATI E LISTE PER LA CIRCOSCRIZIONE SUD


 

Potrebbe interessarti: https://www.baritoday.it/politica/elezioni/comunali-bari-2014/programma-giacomo-petrelli-candidato-sindaco-alternativa-comunista.html
Seguici su Facebook: https://www.facebook.com/pages/BariToday/211622545530190

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Comunali, le proposte dei candidati sindaco sulla sicurezza

BariToday è in caricamento