Comunali Bari 2014

Welfare, Paccione: "Non solo numeri, serve un'analisi della qualità dei servizi"

Il candidato sindaco di #convochiamociperbari a confronto con i cittadini baresi sul tema dei servizi sociali. "Serve un piano che coinvolga tutti gli attori del welfare

Il welfare non può solo essere ridotto a numeri e rendicontazione. Piuttosto, deve essere sottoposto a un’analisi severa, qualitativa, dei servizi erogati.

E’ quanto emerso nell’ambito dell’incontro pubblico che ha avuto per tema le “Idee sul welfare” svoltosi oggi nel Laboratorio di arte politica (Lap) del movimento di cittadinanza attiva di sinistra Convochiamociperbari che sostiene Luigi Paccione candidato sindaco.

Nel confronto con i baresi è emersa la necessità di ipotizzare un piano più ampio di prevenzione primaria del disagio, caratterizzato da un approccio integrato alle questioni che coinvolga in maniera più vasta tutti gli attori del welfare.

“Ciascuno deve fare il suo – è stato detto – e  tutti devono lavorare insieme. Non è possibile parlare di inclusione sociale senza chiamare gli imprenditori al loro ruolo di promotori di benessere della comunità”.

Il tavolo di lavoro sul welfare di convochiamociperbari ha, inoltre,  proposto il recupero della professione sociale orientato più sulla qualità della relazione, sull’accudimento, sulla cura, superando la dimensione burocratica e sterilizzante del lavoro, effetto di una esasperata specializzazione.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Welfare, Paccione: "Non solo numeri, serve un'analisi della qualità dei servizi"

BariToday è in caricamento