Elezioni

I baresi alle Elezioni europee 2019, eletta solo Gemma del M5S. Abbaticchio, Forenza e De Giglio: l'exploit non basta

Nell'Europarlamento il capoluogo sarà rappresentato dalla professoressa di Uniba, originaria del Brindisino. Buone performance, ma insufficienti per i candidati della lista Italia in Comune. Indietro i rappresentanti di Pd e Lega

Una sola barese (d'adozione) al Parlamento Europeo e ed è del Movimento Cinque Stelle: i risultati delle Elezioni 2019 per Bruxelles non premiano i candidati del capoluogo pugliese, impegnati in una difficile competizione con tutti gli altri candidati della Circoscrizione Sud che mette in palio 17 seggi (Brexit permettendo) per Puglia, Campania, Basilicata, Molise, Abruzzo e Calabria.

I risultati del Movimento Cinque Stelle

Sicuramente, tra gli eletti, ci sarà Chiara Maria Gemma, originaria di Brindisi ma docente di didattica e pedagogia speciale all'Università di Bari, capace di raccogliere (anche grazie al suo ruolo di capolista) oltre 84mila voti di preferenza. I pentastellati dovrebbero ottenere tra i 5 e i 6 europarlamentari meridionali: resterà fuori, dunque, Alberto De Giglio, il quale ha conquistato 25mila preferenze ed è stato il più votato a Bari e in provincia tra i candidati del Movimento.

La Lega e il centrodestra

L'exploit della Lega a Bari (oltre il 20%) e nel Sud non porterà, comunque, a parlamentari europei del capoluogo pugliese. Tra i possibili 4-5 eletti, infatti, non vi sarà Antonella Lella, giunta 12esima con oltre 17mila preferenze. Nessun barese anche da Forza Italia: Sergio Silvestris (espressione nella provincia Barletta-Andria Trani) è solo sesto con oltre 25mila preferenze. Il buon risultato di Fratelli d'Italia Sovranisti Conservatori non basterà a far eleggere il deputato barese Marcello Gemmato, giunto sesto con 16mila preferenze, ma consentirà quasi certamente di rivedere l'ex governatore pugliese Raffaele Fitto a Bruxelles, secondo dietro la capolista Giorgia Meloni.

Il Pd e il centrosinistra

Dal versante opposto, il Partito Democratico paga il risultato non esaltante (circa il 17%) a livello di circoscrizione: la conseguenza sarà una netta riduzione del parlamentari, tra i 3 e 4. L'imprenditore barese di stanza in Cina, Nicola Brienza, si è piazzato 15esimo con circa 11mila voti. Ancor peggio, invece, va alla Sinistra che aveva un'eurodeputata barese uscente, Eleonora Forenza, capolista con 23mila voti ma finita seconda nel Barese dietro l'ex sindaco di Molfetta, Paola Natalicchio. I baresi, invece, trainano la lista + Europa - Italia in Comune - Psi: ai primi due posti troviamo Il sindaco di Bitonto Michele Abbaticchio (oltre 27mila preferenze), e l'assessore regionale Alfonsino Pisicchio (circa 21mila voti). Il tutto, però, è vanificato dal voto complessivo della lista a livello nazionale, sotto al 4% della soglia di sbarramento.

ELEZIONI EUROPEE: I RISULTATI E LE PREFERENZE PER LISTA

I DATI SULL'AFFLUENZA COMUNE PER COMUNE

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I baresi alle Elezioni europee 2019, eletta solo Gemma del M5S. Abbaticchio, Forenza e De Giglio: l'exploit non basta

BariToday è in caricamento