Dopo elezioni, Bari Partecipa: "Emiliano e Vendola non lascino Comune e Regione"

L'associazione di cittadinanza attiva: "Se lasciano ora, la sinistra è condannata all'irrilevanza"

Vendola ed Emiliano devono rimanere dove sono “sino alla fine del loro mandato”. A sostenerlo è l’associazione Bari Partecipa, che ha organizzato per venerdì prossimo un incontro al Fortino Sant’Antonio dal titolo quanto mai  esplicito per il futuro del centrosinistra pugliese (e non solo): “Ed ora?”.

“Qualunque tentazione di abbandono della amministrazione regionale e ipotesi di staffette Regione - Comune vanno escluse a priori pena la sconfitta che si è puntualmente verificata”, ribadisce l’associazione all’interno di una nota. “Il presidente Vendola ed il sindaco di Bari  - continua - si impegnino totalmente nelle rispettive amministrazioni fino alla fine del mandato attraverso una profonda discontinuità nelle prassi atte a ricreare la giusta sintonia con il popolo”.

Se per il centrosinistra nazionale si parla di sconfitta, quella registrata dalla coalizione di Bersani e Vendola a livello regionale rappresenta una quasi ecatombe, con il PdL che riconquista la leadership del consenso e il movimento 5 stelle ben consolidato in seconda fila. Nonostante i due mandati di governo consecutivi,  Pd e Sel pugliesi hanno raggranellato un risultato negativo che pone seri interrogativi anche in vista dei futuri appuntamenti elettorali. Ora Vendola dovrà decidere se accettare un eventuale incarico di governo a Palazzo Chigi o continuare a rimanere in sella in quel di via Capruzzi. “Qualunque piroetta o abbandono in questo clima e visti i risultati delle elezioni politiche condannerebbero la sinistra alla irrilevanza per molto tempo”, scrive Bari Partecipa che, allo stesso tempo, invita i “parlamentari eletti a non cedere alle lusinghe berlusconiane e a cercare una maggioranza in Parlamento alternativa alla destra”.

“Il voto di tanti e tante da sinistra che hanno voluto segnalare un disagio votando M5S va compreso ed analizzato pure nella fermezza della difesa della politica e della democrazia rappresentativa da ogni forma di populismo”, prosegue la nota. Di tutto questo e altro se ne discuterà venerdì prossimo al Fortino. Un appuntamento utile per cercare di comprendere il grado di consapevolezza della sconfitta e le future strategie per invertire la rotta e recuperare la fiducia persa nel corso di questi ultimissimi anni.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, in Puglia undici nuovi casi: cinque contagi registrati nel Barese, i pazienti positivi salgono a 170

  • Coronavirus, la Puglia registra 23 nuovi casi. Tre positivi nel Barese: "Due già in isolamento, un altro paziente arrivato da fuori regione"

  • "Il Covid colpisce anche d'estate. Sbagliato salutare con baci e abbracci": l'infettivologa invita a non abbassare la guardia

  • Sette nuovi casi di Coronavirus in Puglia (su oltre 2200 test): tre sono in provincia di Bari

  • Come eliminare il grasso in eccesso? Gli specialisti di Bari usano... il freddo!

  • Temporali in arrivo nel Barese: la Protezione civile lancia l'allerta meteo gialla

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BariToday è in caricamento