Venerdì, 30 Luglio 2021
Elezioni Politiche 2013

Italia Futura, Montezemolo a Bari: "Negli ultimi 12 anni la Puglia è andata indietro"

Il presidente di Italia Futura oggi nel capoluogo pugliese per presentare i capilista e i candidati di Scelta civica - Con Monti per l'Italia

Tagli ai costi, investimenti, privatizzazioni, semplificazioni burocratiche, meritocrazia  e una classe dirigente rinnovata e responsabile. Da Bari Luca Cordero di Montezemolo, presidente di Italia Futura, lancia la sua ricetta per far ripartire l'Italia. Montezemolo è stato oggi in visita nel capoluogo pugliese per un incontro con i capilista e i candidati pugliesi di “Scelta Civica - Con Monti per la Puglia”, la lista appoggiata da Italia futura. "Io non mi candido né chiedo incarichi nel Governo - ha detto l'imprenditore - ma voglio sostenere una lista composta da persone – e non politici di professione – competenti, per bene e che possono fare qualcosa di concreto per l’Italia".

Parlando della situazione attuale del Paese e della necessità di rilanciarlo, Montezemolo non ha risparmiato una stoccata alla giunta regionale guidata da Nichi Vendola. "Anche in Puglia, - ha detto il presidente di Italia Futura - che pure ha straordinarie potenzialità artigianali, industriali, turistiche e agroalimentari, la politica non ha mai fatto assunzioni di responsabilità. Se guardiamo i numeri, senza polemiche, vediamo che in questi ultimi 10-12 anni la regione è andata indietro in tanti punti, a cominciare dal lavoro e dall'occupazione. In più, 5 aziende regionali su 16 sono fallite e ci sono un presidente e 5 assessori che si candidano per le politiche e di fatto non si interessano più ai problemi del territorio".

"Non possiamo, però – ha aggiunto – limitarci alla protesta e vogliamo fare una campagna ‘post’ e non ‘anti’. La politica non la si fa sempre gli uni contro gli altri: non siamo in un derby di calcio. Occorre, allora, guardare avanti e non continuare a litigare e a discutere su quello che è stato fatto o non è stato fatto, o di chi era la colpa. Dobbiamo essere protagonisti del cambiamento. Per questo sono orgoglioso di sostenere una lista che, per la prima volta in Italia, non comprende ex politici ma rappresentanti della società civile che vogliono aiutare il Paese".

Nel corso dell'incontro è intervenuto anche Salvatore Matarrese, capolista alla Camera, che ha rimarcato la presenza, nelle liste di Scelta Civica, di persone giovani, animate da un forte impegno di cittadinanza attiva. Angela D’Onghia, capolista al Senato, ha ricordato invece la provenienza di molti candidati dal mondo del lavoro e dell'imprenditoria, valore aggiunto che permette di conoscere e capire da vicino i problemi del Paese, in modo da poter anche fornire risposte concrete. Presente anche l’economista Nicola Rossi, senatore uscente ed esponente di Italia futura, che ha aggiunto: "La politica spesso non aiuta o è più attenta a comunicare che fare. Noi vorremmo, invece, che risolva le criticità esistenti e il meglio della società civile, rappresentato nella nostra lista, può farlo".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Italia Futura, Montezemolo a Bari: "Negli ultimi 12 anni la Puglia è andata indietro"

BariToday è in caricamento