Giovedì, 29 Luglio 2021
Elezioni Politiche 2013

Elezioni, D'Alema a Bari: "Pronti a portare la Puglia al governo"

L'esponente del Pd alla presentazione dei candidati delle liste di Camera e Senato in Puglia. "Il mezzogiorno vuole tornare a contare, a dire la sua nella vita del Paese"

Il Pd è pronto a dare inizio alla "corsa vera", quella che riporterà il partito alla guida del Paese. A dare avvio ufficialmente alla corsa verso le elezioni di febbraio è Massimo D'Alema, che ieri a Bari ha partecipato alla presentazione dei candidati e delle candidate delle liste di Camera e Senato del Pd pugliese.

Un discorso, quello dell'esponente del Pd, che ha insistito molto sul ruolo della Puglia e del Mezzogiorno nel futuro governo del Paese. "Siamo impegnati – ha detto D'Alema - per confermarci come la più grande forza politica di questa regione, che ha una grandissima responsabilità di governo, alla regione, nei principali comuni, e che vuole portare la Puglia al governo del Paese". "E' una grande sfida - ha continuato - e credo che abbiamo una buona squadra, personalità veramente di rilievo a cominciare dai capilista. La presenza qui di Anna Finocchiaro (capolista al Senato) è un segno importante dell'attenzione del gruppo dirigente nazionale del partito democratico. E Franco Cassano (capolista alla Camera), è un segnale molto importante perché è forse la più significativa voce della cultura meridionale, quindi il valore della sua candidatura va certamente oltre i confini della Puglia. Il messaggio che il mezzogiorno vuole tornare a contare, a dire la sua nella vita del Paese".

Nel corso del suoi intervento D'Alema ha anche affrontato il nodo delle primarie e delle polemiche che sono seguite alla composizione delle liste e che in Puglia hanno portato all'autosospensione dal partito di tre consiglieri regionali, tra cui l'assessore alle Opere pubbliche Fabiano Amati. "Naturalmente le liste sono anche sempre un momento di sofferenza: ci sono tante aspirazioni, le primarie hanno rappresentato una selezione. Per il listino nazionale ovviamente sono scelte sempre discutibili. Adesso si parte. Finito, tutto questo alle nostre spalle, si parte"."Naturale ci siano malumori però le regole erano chiare sin dall'inizio. Si può capire il malumore ma non ci sono gli estremi per protestare".

Nel discorso del presidente del Copasir non sono mancati neppure i riferimenti al principale avversario politico, Silvio Berlusconi. "E' preoccupante che ci siano ancora italiani intenzionati a votare Berlusconi", ha detto D'Alema commentando i sondaggi che darebbero Berlusconi e il centrodestra in ripresa. "E' vero anche - ha aggiunto - che Berlusconi sta cercando, anche con qualche risultato, di rivitalizzare il suo elettorato. Però io sono fiducioso che Berlusconi possa essere sconfitto da chi è in grado di sconfiggerlo: il partito democratico".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Elezioni, D'Alema a Bari: "Pronti a portare la Puglia al governo"

BariToday è in caricamento