rotate-mobile
Venerdì, 2 Dicembre 2022
Elezioni

Il centrodestra cerca la quadra per i collegi baresi: il puzzle dei nomi tra Lega, Fratelli d'Italia e Fi

Ultime manovre in vista della chiusura delle liste. Alla uninominali della Camera potrebbero esserci due candidati leghisti e uno di Forza Italia. Per il Senato, invece, probabilmente uno andrà a Fdi e l'altro ai berlusconiani

Il tutto dovrebbe essere definito entro un paio di giorni, magari già al termine dell'incontro in programma domani a Roma: il centrodestra cerca la quadra anche in Puglia per le liste dei candidati alle Politiche 2022 cercando di bilanciare posti soprattutto tra le tre anime principali della coalizione, ovvero Fratelli d'Italia, Lega e Forza Italia (con qualche limitata concessione al raggruppamento di centristi, ma non nel Barese).

Le ultime ore sono le più frenetiche per chiudere sui nomi più incerti. La visita informale di Giorgia Meloni di ieri nel Barese (è stata avvistata al Castello di Conversano) potrebbe essere servita per alcune limature finali in una regione, come la Puglia, dove il centrodestra è favorito, e in una provincia, quella di Bari, dove in un paio di collegi potrebbe esserci anche partita con il centrosinistra.

Per la Camera dei deputati lo schema dei tre collegi uninominali sembra essere così ripartito: a Bari e nell'immediato hinterland dovrebbe esserci un candidato della Lega. L'ipotesi circolata da giorni è quella del consigliere regionale Davide Bellomo. Carroccio quasi certo protagonista anche nella sfida dell'area che comprende i centri della Murgia Barese, la valle d'Itria e parte del Tarantino: in campo dovrebbe esserci il sottosegretario uscente all'Istruzione, Rossano Sasso. A Forza Italia, invece, spetterebbe il nome per il collegio che raggruppa numerosi importanti comuni del Barese, da Molfetta a Bitonto, passando per Monopoli, in un collegio che 'abbraccia' l'hinterland esterno del capoluogo regionale. Per il plurinominale, invece, Fratelli D'Italia schiererà capolista il deputato uscente Marcello Gemmato nel collegio Puglia 2 (Bari città e gran parte dei comuni della provincia), mentre non è escluso che gli stessi meloniani possano pescare dal Consiglio regionale per tentare di ottenere un altro seggio nel Puglia 3 (Murgia Barese e dintorni più provincia di Taranto), puntando magari su un nome d'esperienza come Ignazio Zullo. 

Più incerto, invece, l'assetto per i due uninominali del Senato: il Puglia 3 (Bari e altri 26 comuni limitrofi) dovrebbe andare a Fratelli d'Italia con un candidato da definire nelle prossime ore. A Forza Italia, invece, potrebbe andare la potenziale sfida del Puglia 2, arzigogolato collegio che comprende la Bat, i comuni della Murgia Barese e addirittura Martina Franca nel Tarantino. Un puzzle da definire, tenendo anche conto l'inclusione di donne candidate (uscenti e non) con elenchi che potrebbero, però, non vedere capilista femminili nel Barese. 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il centrodestra cerca la quadra per i collegi baresi: il puzzle dei nomi tra Lega, Fratelli d'Italia e Fi

BariToday è in caricamento