Martedì, 19 Ottobre 2021
Regionali Puglia 2015

Emiliano chiude le 'sagre del programma': "Priorità di governo decise dai pugliesi"

Al Cus la 'sagra delle sagre' ha concluso il percorso partecipativo avviato un mese per coinvoolgere i cittadini nelle stesura del programma: "Un processo realmente democratico e popolare"

Dopo le tappe nelle sei province pugliesi, Michele Emiliano chiama a raccolta i suoi sostenitori al Cus per la 'sagra delle sagre', l'evento finale che ha concluso ieri il percorso avviato due mesi fa per coinvolgere i cittadini nella definizione del programma. E così, dopo aver raccolto idee e proposte da far confluire nella stesura delle 'linee guida' per l'azione di governo, ieri i supporter dell'aspirante 'sindaco di Puglia' sono stati chiamati ad esprimersi sulle priorità del programma del centrosinistra.

"Dopo aver scritto il programma in un modo completamente diverso, grazie ad un processo partecipativo che ha coinvolto migliaia di pugliesi e certificato da un soggetto terzo, i pugliesi hanno tirato le somme, votando le loro priorità per il futuro della Puglia.  Quando mi hanno consegnato la prima bozza del programma, ho provato un’emozione indescrivibile, perché contiene tutto ciò che avrei voluto scrivere io", ha commentato Emiliano dal palco del Centro universitario sportivo. "Abbiamo messo in piedi una macchina complessa dal punto di vista organizzativo, non un giochino, ma un processo di grande valore, perché basato su partecipazione autentica".

Ad accogliere Emiliano, oltre a sostenitori e giornalisti, un piccolo gruppo di insegnanti che avrebbero voluto incontrare il ministro Maria Elena Boschi (la cui partecipazione all'evento, inizialmente prevista, è stata poi annullata per impegni istituzionali) per contestare la riforma della 'Buona Scuola'. "Anch'io non l'approvo e vorrei che fosse chiaro a tutti", ha commentato Emiliano. "La nostra ambizione - ha detto ancora Emiliano - è quella di parlare e trovare punti di convergenza, dobbiamo riconoscere a chi ha operato nella scuola il loro ruolo in questi anni".

A proposito del programma, Emiliano ha poi ribadito l'intenzione di far scegliere ai cittadini assessori e relative deleghe, per "dare a queste scelte - ha sottolineato l'ex sindaco di Bari - la massima legittimazione possibile". Già da tempo, inoltre, Emiliano ha annunciato che il metodo partecipativo della 'sagra' del programma si trasformerà, se eletto, in legge regionale. Tra le altre priorità la sanità e la riforma della legge elettorale.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Emiliano chiude le 'sagre del programma': "Priorità di governo decise dai pugliesi"

BariToday è in caricamento