rotate-mobile
Regionali Puglia 2015

Regionali, 'Noi con Salvini': "Troppe schede annullate, potremmo chiedere riconteggio voti"

L'annuncio del coordinatore regionale, che fa riferimento a 'incongruenze' rilevate nei seggi in fase di assegnazione dei voti: "Troppe le 140mila schede annullate in Puglia"

Si dicono soddisfatti del risultato elettorale - "40mila voti, il quadruplo rispetto a quelli presi alle Europee lo scorso anno", e una consigliera comunale eletta ad Andria - ma allo stesso non escludono l'ipotesi di "un'azione legale mirata al riconteggio delle schede". A non convincere i leghisti pugliesi di 'Noi con Salvini' è soprattutto l'elevato numero di schede annullate, circa 140mila.

"O 140mila pugliesi sono incapaci di votare, oppure nei seggi e nel redigere i verbali delle operazioni di voto è successo qualcosa di strano, e noi riteniamo che il nostro Movimento possa essere stato penalizzato", annuncia in una nota il coordinatore regionale del movimento, Rossano Sasso, il quale fa riferimento ad "incongruenze" rilevate nei seggi, tra cui quelle legate all'assegnazione dei voti disgiunti, oppure il caso di voti dati alla lista con la preferenza messa per iscritto a Matteo Salvini, che anzichè essere annullati secondo Sasso andavano comunque assegnati alla lista.

"Purtroppo il nostro movimento appena nato ha potuto presentare a fronte di 4000 sezioni soltanto 500 rappresentanti di lista in tutta la Regione, ma cio' non esclude che insieme ai nostri legali si possa valutare di intraprendere un ricorso giudiziario, fatto soprattutto in rispetto ai tanti Pugliesi che hanno votato per il movimento di Matteo Salvini e per fugare ogni dubbio che ciascuna di quelle 140mila schede annullate (quasi il 10% di tutti i votanti) siano davvero frutto dell' incapacità degli elettori e non di altro".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Regionali, 'Noi con Salvini': "Troppe schede annullate, potremmo chiedere riconteggio voti"

BariToday è in caricamento