menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Presunto 'tariffario' per i rappresentanti di lista, la Procura apre un'inchiesta

A sollevare il caso un servizio mandato in onda da Telenorba, acquisito dagli agenti, che dovranno accertare l'effettiva esistenza di un presunto sistema in base al quale i rappresentanti di lista sarebbero remunerati per i voti portati ai candidati

Un presunto 'tariffario' per remunerare i rappresentanti di lista, in base al numero di voti portati al candidato di turno. Ad indagare sull'effettiva esistenza di questo sistema sono gli agenti della Digos, che ieri hanno acquisito un servizio televisivo mandato in onda dal Tg Norba.

Nelle immagini il giornalista Francesco Iato dialoga con un addetto di un comitato elettorale barese - dai manifesti ripresi nel filmato si evince che si tratta di un comitato di Anita Maurodinoia, candidata nella lista Pd - il quale fa riferimento a presunte modalità di reclutamento dei rappresentanti di lista, con relativo pagamento in base al numero di voti assicurato. In pratica, i rappresentanti di lista reclutati dai comitati elettorali, avrebbero il compito non soltanto di controllare la regolarità dell'assegnazione delle preferenze durante lo spoglio, ma anche quello di procacciare voti.

IL LEGALE DI MAURODINOIA: "PRESENTATO ESPOSTO PER DIFFAMAZIONE"

Questa mattina, gli investigatori hanno depositato in Procura il filmato andato in onda ieri e acquisito dagli agenti della Digos. Gli stessi agenti hanno iniziato anche a sentire alcuni testimoni per verificare i fatti raccontati nel servizio tv. La Procura dovrà quindi valutare se ipotizzare formalmente il reato di voto di scambio. Al momento nel fascicolo d'inchiesta non ci sono indagati.

*Ultimo aggiornamento ore 16

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento