Mercoledì, 20 Ottobre 2021
Politica

"Consultazione e partecipazione", il bilancio di Emiliano in Regione: "La nostra è una storia collettiva"

In un cinema barese presidente e giunta presentano i dati del primo anno di governo. Sul referendum: "Qui centrosinistra unito, non discuteremo del Sì e del No"

Parla di partecipazione come base del suo modello di governo, presenta i numeri degli atti approvati dalla sua giunta dall'inizio del mandato, e sul referendum dice: "Qui oggi c'è il centrosinistra unito. Qui non discuteremo del Si o del No". Al cinema Ciaky di Palese, Emiliano traccia il bilancio del suo primo anno alla guida della Regione. 

Davanti ad un'affollata platea, il presidente della Regione ha presentato i risultati dell'operato finora svolto dalla sua giunta. "Oggi c'è tutta la Puglia - ha affermato parlando con i giornalisti a margine dell'evento - c'è tutta la Puglia che da tanti anni lavora duramente. Lavora nelle Istituzioni, lavora nelle imprese, lavora negli uffici. Per cambiare l'immagine di una Regione che solo dieci anni fa sembrava perduta ed era irredimibile. E che invece adesso è all'attenzione di tutti. È un anno che la governiamo, con grande partecipazione di popolo. Abbiamo invertito la piramide, qui in Puglia ogni gesto viene fatto previa ampia consultazione. Questo non ci rallenta, come vedete. Abbiamo compiuto oltre 1500 atti di amministrazione in un solo anno. Abbiamo realizzato sia in Consiglio regionale che da parte del Governo, dell'esecutivo, tantissime azioni positive. E tutto questo è avvenuto in un permanente contatto, che parte dal mio telefono, come avevo promesso, e arriva ovviamente a tutti i nostri collaboratori, agli assessori, agli uffici, ai social network. Dove tutti hanno una risposta e tutti possono dare suggerimenti e partecipare, contare nel nostro modello di governo. Questa è la cosa assolutamente più importante". 

"La nostra - ha detto Emiliano rivolgendosi ai presenti - è una storia collettiva che ha attraversato le città e la regione, ognuno di voi mi ricorda un evento, una realizzazione, un'emozione. E ci mancano delle persone che sono state con noi sempre e che non dimentichiamo".

Emiliano - che proprio ieri ha partecipato ad un'inziativa a sostegno del 'No' al referendum - ha anche un riferimento alla campagna referendaria, ma solo per sottolineare l'unità del centrosinistra pugliese. "Oggi - ha detto - il centrosinistra della Puglia, che è un valore a prescindere, si riunisce unitariamente, nonostante la campagna referendaria. Qui non discuteremo del Si o del No. Qui c'è tutta gente che sa perfettamente ciò che vuole e come vuole raggiungerlo. Non c'è bisogno di suggerimenti, non c'è bisogno di propaganda, non c'è bisogno di chiacchiere. C'è solo il centrosinistra della Puglia che sa che il 5 dicembre dovremo ricominciare a lavorare, tranquillamente uniti, per gli obiettivi di sempre, che non vengono cambiati e non verranno certamente sconvolti da nessun risultato. Potrà vincere il Si, potrà vincere il No, nulla ci smuoverà dalla nostra determinazione. Questo è il significato fondamentale di questa manifestazione, che è una manifestazione della comunità, non è la manifestazione di un singolo".
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Consultazione e partecipazione", il bilancio di Emiliano in Regione: "La nostra è una storia collettiva"

BariToday è in caricamento