Politica

Energie rinnovabili, la Regione Puglia querela Sgarbi, Vulpio e la Rai

Dopo le accuse lanciate nei giorni scorsi a Vendola, nella trasmissione andata in onda su RaiUno il critico d'arte e il giornalista Carlo Vulpio sono tornati ad attaccare la Regione Puglia per i "crimini" legati al "business" delle energie rinnovabili

La Regione Puglia querelerà Sgarbi, la Rai e gli autori della trasmissione  “Ora ci tocca anche Sgarbi”, andata in onda mercoledì 18 maggio 2011 su RAI1. Alla base della decisione le nuove accuse lanciate da Sgarbi e dal giornalista Carlo Vulpio sulla questione delle energie rinnovabili in Puglia. Un "business", l'ha definito il giornalista Vulpio, pugliese di nascita, nel suo monologo andato in onda durante la trasmissione, in nome del quale si commettono i peggiori "crimini" contro la natura e contro il territorio. Durante il suo intervento, Vulpio ha anche mostrato l'immagine di un grifone abbattuto dall'impatto con una pala eolica: "E questo succede dove? - ha commentato il giornalista - succede dove in nome di un'antimafia di facciata, di commettono i crimini peggiori, quelli legati al business di questo affare delle energie rinnovabili".

Direttamente chiamata in causa dal giornalista, che ha continuato il suo monologo facendo riferimento agli interessi mafiosi che si nascondono dietro la gestione delle energie rinnovabili, la Regione ha quindi deciso di procedere con la querela "per i contenuti di diffamazione e calunnia presenti nella trasmissione", come già qualche giorno prima aveva fatto lo stesso governatore Vendola nei confronti di Sgarbi. In quell'occasione il critico d'arte, a Bari per presentare gli artisti pugliesi presenti alla Biennale di Venezia, aveva polemizzato sulla mancata presenza istituzionale della Puglia alla manifestazione, dicendosi alla fine contento di non aver nulla a che fare con chi, a suo dire, alimenterebbe la "mafia dell'eolico".

Il giornalista Carlo Vulpio ha invece commentato la decisione della Regione sostenendo di aver più volte chiesto la partecipazione di Vendola alla trasmissione, senza tuttavia aver mai avuto risposta. "Dal canto suo - fanno sapere dalla Regione - il Presidente della Regione Puglia Nichi Vendola difenderà, in ogni sede, l’onorabilità della sua persona e dell’Istituzione che egli rappresenta".
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Energie rinnovabili, la Regione Puglia querela Sgarbi, Vulpio e la Rai

BariToday è in caricamento